InformAc. La sfida dell’educare all’eguaglianza sociale.

0

Cosa significa proporre una pedagogia della carità?Ad InformAc, in vista della Giornata mondiale dei poveri, parliamo di educazione e lotta alla povertà.

 

“Non amiamo a parole né con la lingua, ma con i fatti e nella verità”       (1 Gv, 3, 18)

Papa Francesco ha scelto queste parole di Giovanni per presentare la I Giornata mondiale dei Poveri, che si celebrerà domenica 19 novembre. Ma che risposta dare, come comunità cristiana, nella nostra città? Quali percorsi educativi per agire concretamente contro le disuguaglianze sociali? Quali proposte per riuscire a tendere la mano al mondo sempre più abitato di chi soffre la povertà e l’emarginazione?

povertà 300x225 - InformAc. La sfida dell'educare all'eguaglianza sociale.
Come cancellare le disuguaglianze?

La Caritas diocesana di Roma, per l’occasione, tentando di coinvolgere le realtà della città, si è attrezzata con indagini sulla povertà socioeconomica del territorio, rilevando un ampliamento del degrado in alcune zone ed una staticità del livello d’indigenza. L’idea da veicolare è dunque quella di  una pedagogia della carità.

È sempre più necessario educare i giovani al non abituarsi ad una società dello scarto e dell’indifferenza, coinvolgerli da protagonisti «attraverso il metodo mente – cuore – mani, proposto dal Papa», come sottolinea nella prefazione al messaggio della giornata mondiale il vicario De Donatis.

“La solidarietà vera non nasce da un vago sentimento di compassione, (…) ma da un’analisi complessa della realtà sociale del nostro paese”

Queste parole di Don Luigi Di Liegro, fondatore della Caritas diocesana, spiegano bene come le ferite inferte dalla povertà non si curino solo con risposte immediate ai bisogni. Nell’intervista fatta da Vittorio Sammarco infatti, il direttore della Caritas mons. Enrico Feroci sottolinea che: «Occorre rendersi conto di ciò che sta avvenendo oggi, si tratta di un problema culturale. Davanti a ciò non possiamo restare chiusi nel nostro individualismo, dobbiamo metterci insieme».

Ascolta per intero la puntata di InformAc!

Giornata mondiale dei poveri

gmP 190x300 - InformAc. La sfida dell'educare all'eguaglianza sociale. Il 19 novembre si celebrerà la prima Giornata mondiale dei Poveri, voluta fortemente da Papa Francesco a conclusione del Giubileo della Misericordia, per focalizzare l’attenzione sui poveri, i deboli, gli uomini e le donne cui viene calpestata la dignità. Saranno coinvolti in circa 4.000, tra bisognosi, persone meno abbienti e poveri.

Vita Associativa

Primo incontro di formazione unitario

Il 12 novembre si è svolto il Primo incontro di formazione unitario. Abbiamo chiesto alla presidente diocesana Rosa Calabria di spiegarci il  valore che ha il verbo “custodire” per il laico di Ac: «Custodire è uno dei tre verbi che ci ha affidato Papa Francesco, è “mettere cuore” nelle cose che ci sono state lasciate, farle fruttare, ripartire da una storia di fede che è già oggi futuro».

Festa di inizio anno del Settore Giovani

Sabato 18 novembre grande appuntamento con la Festa di inizio anno del Settore Giovani alle ore 20 nella parrocchia di Sant’Ugo. Il tema della festa sarà “Di bene in meglio. Giovani e discernimento” e sarà con noi Giovani Scifoni, attore e scrittore italiano.