InformAc. Allenare lo spirito in attesa del Natale.

0

In questa puntata di InformAc, ultima prima dell’inizio del nuovo anno liturgico, l’Azione Cattolica ci racconta come vivere insieme lo “stile dell’Avvento”.

Il tempo dell’Avvento è quello dell’attesa silenziosa, della meditazione personale e comunitaria, occasione formidabile per fermare un momento la frenesia delle nostre giornate e sgombrare lo spazio del cuore, per iniziare a far posto ad una culla.

Occorre, dunque, non sprecare il tempo prezioso che precede il Natale, e che ogni anno la Chiesa ci propone di vivere come un allenamento dello spirito. L’Azione Cattolica di Roma, in proposito, ha preparato un sussidio per accompagnare gli Esercizi Spirituali d’Avvento in parrocchia, e Vittorio Sammarco ha chiesto a Marco Di Tommasi, vicepresidente per il Settore Adulti, di raccontarci come farne buon uso.

avvento
Avvento, tempo di Attesa

«Questo sussidio nasce dalla tradizione dell’Ac, dal desiderio di rivolgersi al Signore con la stessa preghiera e di allenare lo spirito nell’attesa del Natale» afferma Di Tommasi. Si tratta di un supporto per la preghiera quotidiana, personale e comunitaria, che prevede tre spazi di meditazione: «I ritmi della vita sono serrati, ma chi desidera veramente accostarsi al Signore può riuscire a ritagliarsi, anche con l’aiuto di questo sussidio, dei momenti di spiritualità durante la propria giornata. È molto importante anche lo spazio di preghiera comunitaria proposto per la sera».

Ma qual è lo stile dell’Avvento? «In questo tempo di Grazia ci prepariamo a fare memoria dell’Incarnazione di Dio nel mondo. È uno stile di attesa, di attenzione a Dio, a noi e verso il prossimo. Per aiutarci nei nostri Esercizi Spirituali in parrocchia abbiamo scelto, per ciascun giorno, riflessioni di Ermes Ronchi e Luciano Manicardi, monaco di Bose», conclude Di Tommasi.

Ascolta l’intera puntata di InformAc!

Vita associativa

Sabato 25 novembre il Settore Adulti ha vissuto l’incontro “Spiritualità, fraternità e ricerca, verso l’Avvento” presso il Monastero di Santa Scolastica, della Fraternità di Bose, a Civitella San Paolo. Circa 20 le parrocchie presenti e circa 100 i partecipanti. Hanno aiutato la riflessione su “Liturgia e Vita” le monache benedettine e la meditazione di Emanuele Borsotti. Una liturgia, dunque, che e’ e deve essere vita, capace di concretezza, parole, simboli, significati, poesia e incanto. Esattamente come la nostra vita.

Sabato 2 dicembre, appuntamento con la tradizionale Celebrazione d’Inizio Anno Liturgico, organizzata dall’Azione Cattolica dei Ragazzi. Siamo tutti invitati alle ore 15,15 presso la Basilica di Santa Croce in Gerusalemme, per condividere insieme questo momento.

Lunedì 4 dicembre tornano i Lunedì formativi del Settore Adulti. Il tema sarà “Il Tempio” e questa volta ci aiuterà nella riflessione Gianni Di Santo, giornalista e scrittore. Appuntamento ore 16.30 in Centro Diocesano.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here