Il mio sì al Signore, Suor Vincenzina si racconta

È arrivato in maniera inaspettata, all’età di 16 anni, come un boato, una “spaccatura”, il sì al Signore di Suor Vincenzina Botindari, francescana missionaria del Cuore Immacolato di il mio sì al signore 201x300 - 'Il mio sì al Signore'. Suor Vincenzina Botindari: "Per me come un boato"Maria, cresciuta in un ambiente cattolico ma non praticante. Quel “sì” che deve essere pronunciato “nello stato in cui ti trovi”, perché la risposta il Signore “te la chiede oggi”.

Protagonista, insieme a sacerdoti e laici, di una delle dieci testimonianze di fede e di vita raccolte nel nuovo libro di don Francesco Cristofaro“Il mio sì al Signore”, si racconta ai microfoni di Radiopiù in attesa della presentazione del volume, con l’autore, questa sera alle ore 19, alle parrocchia di San Giovanni Battista de La Salle, a Roma.

Sinodo dei giovani. “C’è bisogno di punti di riferimento”

“Il mio sì al Signore” è stato scritto anche in vista del Sinodo dei giovani. Nelle varie storie si racconta di un percorso spesso non lineare, tortuoso. “Fatto di gradini e di cadute”, ha precisato ancora suor Vincenzina a cui abbiamo chiesto, dunque, come possono i giovani, oggi, in questo mondo “virtualizzato” (cfr. discorso di Papa Francesco alla Diocesi di Roma) dire di sì al Signore.

“Diamo la possibilità ai ragazzi di esprimersi con i social ma diciamo loro: ‘guardiamoci’, che è la cosa più bella che possa accadere” ha dichiarato suor Vincenzina che, vantando di un’esperienza ventennale nella Pastorale Giovanile, ha incontrato lungo il suo percorso tantissimi ragazzi:

Il progetto della Onlus Oltremare

Parte del ricavato dalla vendita de “Il mio sì al Signore” sarà consegnato alla Onlus Oltremare per il sostegno delle missioni delle Suore Francescane del Cuore Immacolato di Maria. “I progetti sono numerosi”, ha spiegato suor Vincenzina ricordando il carisma ad gentes del suo istituto e sottolineando che attualmente si sta puntando alla raccolta di beni di prima necessità per l’Eritrea: