Il desiderio cos’è? Seconda puntata di Aperidea

0
sparkler

Il desiderio che cosa è? Ce ne parla padre Gaetano Piccolo nella seconda puntata della rubrica Aperidea

Il dizionario Treccani definisce il desiderio come: “Sentimento intenso che spinge a cercare il possesso, il conseguimento o l’attuazione di quanto possa appagare un proprio bisogno fisico o spirituale”. Mentre la parola latina de-siderium, con il suffisso de indica una mancanza, per questo il desiderio esprime qualcosa che manca e che quindi cerchiamo.

«Il desiderio mette in moto le nostre forze per raggiungere quello che cerchiamo -. Ci spiega padre Gaetano Piccolo Sj autore della rubrica “Aperidea. Piccoli pensieri per cominciare” – D’altra parte senza desideri rischiamo di rimanere fermi, cioè di non vivere. La depressione, non a caso, è un’assenza di desideri, la fatica di trovare qualcosa per cui vivere».

Ascolta l’intera puntata andata in onda lunedì 12 novembre 

«Ma proprio perché il desiderio denuncia una mancanza -, ribadisce padre Piccolo, docente di Metafisica alla Pontificia Università Gregoriana – esso si trasforma anche in una stella che ci guida nella nostra ricerca. La seconda parte della parola desiderium viene infatti da sidus, che in latino vuol dire stella. Il desiderio ci fa intravvedere cosa vogliamo e perciò diventa un guida per cercare. Per gli antichi, infatti, le stelle erano la guida nella notte, l’unico momento in cui ci si poteva orientare e quindi ci si poteva mettere in viaggio individuando la direzione da seguire».

Il desiderio è il motore che spinge la nostra vita

Certo, non si può vivere solo di desideri, per questo bisogna fare chiarezza in noi stessi e bisogna «chiedersi se vogliamo veramente ciò che ci sembra di desiderare, ma anche se abbiamo realisticamente le risorse per raggiungere quello che cerchiamo».

L’esercizio che ci lascia questa settimana padre Piccolo è il seguente: prova a ripercorrere i desideri che hanno accompagnato la tua vita? Cosa ti ha spinto e dove sei arrivato?