Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Non stop Music

00:00 06:00

Show attuale

Non stop Music

00:00 06:00

Background

Il cammino dell’Assemblea Nazionale di AC

Scritto da il 12 Maggio 2021

Lo scorso 2 maggio si è conclusa l’Assemblea Nazionale di AC, che ha tracciato il cammino per il prossimo triennio e rinnovato i vertici del consiglio nazionale. Roberta Zoppo ha intervistato due delegate della Diocesi di Roma che hanno partecipato ai lavori assembleari: Marilena Pintagro, responsabile ACR, e Agnese Palmucci, consigliere giovani.

http://

Il cammino assembleare visto dalla commissione segreteria.

Il cammino dell'Assemblea Nazionale di AC

Marilena Pintagro (a sinistra) e Chiara Di Ianni

Marilena Pintagro, oltre ad essere delegata, ha fatto parte insieme alla ex responsabile ACR di Roma Chiara Di Ianni, di una commissione, prendendo parte attivamente al percorso che l’assemblea ha tracciato per il prossimo triennio. Marilena nello specifico era nella commissione segreteria, il cui compito era redigere il verbale dell’assemblea unitamente agli interventi. La stessa era composta da delegati provenienti da altre parti d’Italia, ognuno dei quali svolgeva un ruolo diverso in AC. Marilena Pintagro, che ha definito questo servizio e il ritrovarsi insieme poiché le commissioni hanno lavorato in presenza “un dono”, non manca di sottolineare l’arricchimento derivato dal confronto e “il peso” dell’incarico. “Ho sentito”, dice, “il peso del clic favorevole o contrario a seconda di quello che stavamo votando”. Ricorda come l’elezione del consiglio sia stata “abbastanza facile” essendo i candidati persone preparate “che vogliono bene alla nostra associazione”. Le votazioni sul documento, di contro, sono state invece più delicate in quanto “alcuni emendamenti, alcune mozioni ci hanno chiamato ad interrogarci su quale cammino vogliamo intraprendere”, in modo particolare “alla luce degli eventi di quest’ultimo anno e mezzo”. La stesura finale del documento, accompagnata da preghiera e confronto, è stata “un bel momento di democrazia”. Per Marilena Pintagro era la prima volta come delegata e in virtù del suo ruolo come responsabile dell’ACR ha sentito un peso ancora maggiore nel portare all’attenzione dell’assemblea le istanze dei più piccoli per prendere “non la decisione migliore per me”, evidenzia, “ma per loro e per il loro cammino di Azione Cattolica”. L’impegno è di rendere reali le richieste esplicite dei ragazzi e di tutti gli associati di cui si sono fatti carico per “continuare ad essere una chiesa bellissima”, conclude Marilena riprendendo, come il presidente nazionale uscente Matteo Truffelli, le parole di Mons. Mansueto Bianchi.

Il cammino nel “cambiamento d’epoca”.

Matteo Truffelli non ha mancato di rimarcare l’appoggio di AC a Papa Francesco, che qualche anno fa definì il

Il cammino dell'Assemblea Nazionale di AC

Agnese Palmucci

momento in cui viviamo un “cambiamento d’epoca” nel quale si inserisce il cammino dell’associazione, chiamata a nuove sfide a livello locale e nazionale.  Proprio il Santo Padre ha sottolineato parlando ai delegati in occasione dell’assemblea nazionale che “Il vostro contributo più prezioso potrà giungere, ancora una volta, dalla vostra laicità, che è un antidoto all’autoreferenzialità” – riporta Agnese Palmucci – “È camminare insieme dietro al Signore e verso la gente, sotto la guida dello Spirito Santo. L’AC non sarebbe Ac se non  si impegnasse a nutrire la società del tempo attuale, di ogni tempo in cui viviamo”. L’attualità richiede un impegno maggiori nell’essere testimoni della speranza nelle nostre quotidianità, per il “popolo numeroso di questa città”, per citare la frase degli Atti degli Apostoli che dà il titolo al documento assembleare, verso cui saranno rivolte tutte le iniziative. A tal proposito Agnese spiega che “dovremo oggi più che mai,  quando progettiamo i nostri cammini chiederci per chi siamo, per chi è la nostra associazione parrocchiale e diocesana”, avere la pazienza dei “giardinieri”, per riprendere la metafora di Mons. Gualtiero Sigismondi, capaci di vedere il campo fiorito nascosto sotto la neve. Inoltre “dobbiamo chiedere la grazia di essere profeti”, per amare questo nostro tempo fragile e contraddittorio interpretandolo “alla luce della fede”. Agnese ribadisce che “in un momento di ricostruzione, ma anche di grande fermento per il futuro, l’AC è più che mai necessaria a questo Paese, secondo me. Dovremo spostare le nostre tende, e rifare un po’ da tessitori di legami, in uno stile sinodale però, che cammina insieme”.

Il cammino della rivoluzione mite.

Quasi fosse un messaggio per un nuovo inizio post pandemico l’assemblea si è conclusa con l’elezione del nuovo consiglio. Verrebbe da chiedersi se ci sia ancora spazio per la rivoluzione mite propria di alcune figure importanti di AC come Vittorio Bachelet e Armida Barelli, poiché l’orientamento prevalente sembra essere la rivoluzione urlata. Agnese Palmucci dice che queste figure ai giovani “danno molta energia, a chi legge le loro parole sembra davvero che siano state scritte oggi. Questo perché sono stati profeti, semplici, miti, ma coraggiosi profeti, che hanno parlato a favore, parlato del domani, come ricorda anche l’etimologia della parola.” La straordinarietà di Bachelet o di Rosario Livatino sta nell’aver amato il loro tempo fino all’estremo sacrificio. “Il nostro tempo da amare è questo, -continua Agnese – un tempo tragico, di sofferenza infinita, un tempo in cui parte del mondo politico si divide le nostre giacchette tirandoci un po’ da una parte e dall’altra, parte si chiude in sé, parte è scollato dalla realtà”. Lo stile dei laici di AC è vivere nel mondo senza scappare perché il rischio di sprecare la crisi è peggio della crisi stessa, come ha ricordato Papa Francesco. “E noi non la sprecheremo, – afferma con forza Agnese – perché questo è il tempo che ci è stato donato da vivere e da benedire, e dovremo anche essere testimoni nella società del fatto che l’isolamento e l’egoismo non generano sogni, non fanno uscire dalle crisi”.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT