martedì , 12 dicembre 2017

Icone russe in mostra: un viaggio tra arte e preghiera a Palazzo Braschi

Le icone russe a Palazzo Braschi

Trentasei icone russe, realizzate tra il XVII e XIX secolo, eccezionalmente in mostra da oggi fino al 3 dicembre negli spazi del Museo di Roma – Palazzo Braschi. Le opere, che seguono il file rouge della preghiera e della misericordia, provengono dal Museo Centrale di arte e cultura russa antica ‘Andrey Rublev’ e il Museo Privato dell’Icona Russa “.

Palazzo Braschi

”Si tratta di un allestimento eccezionale, che difficilmente si potrà ripetere’‘, ha detto Sovrintendente Capitolino ai Beni Culturali Claudio Parisi Presicce a proposito de “L’icona russa, preghiera e misericordia” . Questo il titolo della mostra assume un significato particolare alla luce del 25° anniversario dell’instaurazione delle relazioni ufficiali tra la Federazione Russa e il Sovrano Ordine di Malta. Ma non solo. Ricorre infatti, anche il 320esimo anniversario dell’avvio ufficiale dei rapporti tra l’Impero russo, guidato da Pietro il Grande, e l’Ordine al tempo in cui governava l’isola di Malta.

A curare l’iniziativa, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali,  Lilija Evseeva, direttrice della sezione di studi e ricerche scientifiche del Museo Andrey Rublev.

 

La mostra

“La mostra vuole sottolineare l’orientamento di vita spirituale e di servizio sociale che ha sempre accomunato e continuerà ad accomunare persone di diverse nazionalità e paesi, che si siano dedicate alla causa comune del
servizio a Dio e al prossimo”, spiegano i curatori dell’esposizione.

La vita di Cristo, immagini mariane, santi monaci russi, martiri, arcangeli e i miracoli, dunque, i protagonisti dell’esposizione. In mostra non solo le opere delle botteghe e dei laboratori noti (tra cui una Trasfigurazione dipinta nel Palazzo dell’Armeria di Mosca) ma anche icone provenienti dalle regioni del Volga dove si svilupparono, a partire del XVII secolo, scuole locali.

 

Tra tradizione e innovazione

Il tema preghiera e misericordia non rimane ancorato all’arte medievale e moderna. Approda, infatti, anche nell’arte russa contemporanea. Oltre a le icone russe presenti inoltre un’opera di Vladimir Tatlin, Composizione con superfici trasparenti (1916), mai esposta finora.

Ma non solo. I visitatori potranno osservare da vicino anche una scultura contemporanea, Madre di Dio Grande Panagia di Dmitrij Gutov (2012). Entrambe le opere appartengono a collezioni private.

L’entrata è libera per i visitatori del Museo di Roma a Palazzo Braschi muniti di biglietto.

Check Also

Clemente XI, una mostra rende omaggio al Papa mecenate

Clemente XI in mostra Al via al Complesso Monumentale di San Salvatore in Lauro, il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X