Icona Salus Populi Romani, la Messa di Francesco

Basilica di Santa Maria Maggiore

In occasione, ieri, della festa della traslazione dell’icona Salus Populi Romani Papa Francesco ha celebrato la Messa nella Basilica di Santa Maria Maggiore. “Dove la Madonna è di casa il diavolo non entra”, ha sottolineato il Pontefice durante l’omelia. In un cuore come un mare in tempesta, “dove le onde dei problemi si accavallano e i venti delle preoccupazioni non cessano di soffiare, Maria è l’arca sicura. Non saranno le idee o la tecnologia a darci conforto e speranza, ma il volto della Madre, le sue mani che accarezzano la vita, il suo manto che ci ripara”.

Maria, dunque, ha precisato il Papa nel giorno dedicato all’Icona Salus Populi Romani, interviene quando ci manca la speranza, quando scarseggia la gioia, quando si esauriscono le forze, quando si oscura la stella della vita”. È, infatti, attenta alle fatiche, sensibile alle turbolenze, vicina al cuore e mai disprezza le nostre preghiere. “La Madre non è un optional, una cosa opzionale, è il testamento di Cristo”, ha ammonito il Santo Padre. “E noi abbiamo bisogno di lei come un viandante del ristoro, come un bimbo di essere portato in braccio”.

 

Da Santa Maria Maggiore a Santa Sofia