I capelli e la preghiera

0
252
sansone capelli

Questa mattina prima di andare a pregare ho pensato a Sansone, ai suoi capelli. Vi ricordate la sua storia?

Lui aveva tutta la sua forza nei capelli e siccome la donna che gli era stata messa accanto dai nemici aveva scoperto questo segreto, gli taglia i capelli di notte così che appena arrivano i nemici lei grida: “Eccoli, stanno arrivando, ti stanno prendendo!”: quindi lui si alza pensando di avere sempre la stessa forza di prima e invece addirittura rimane cieco, perché verrà preso e torturato dai nemici. Quindi la forza derivava dai capelli!

Sansone capelli preghiera 150x150 - I capelli e la preghieraPensando a questo mi dicevo: “Ma i miei capelli quali sono? Qual è la mia forza?” E’ la preghiera! Quindi come si fa a togliere la forza a un cristiano? Gli si tagliano i capelli, gli si taglia il tempo della preghiera, si antepone sempre qualche altra cosa. Ed è la tentazione più forte per noi, soprattutto per chi è più vicino al Signore. Cos’è che ci taglia i capelli, questa forza? Penso che sia la presunzione di poter fare tante cose se non tutto da soli: “Anche se non prego, questa cosa la posso fare”, non capendo che la qualità di quello che facciamo, che vuol dire l’amore che diamo agli altri e che riceviamo, si può solo avere se abbiamo dei momenti di preghiera col Signore.

È vero: possiamo fare tante cose: possiamo guidare la macchina, possiamo portare il bambino a scuola, possiamo lavorare in ufficio, ma tutto quello che facciamo, lo facciamo con i capelli lunghi, ossia con la forza di Gesù, o lo facciamo con i capelli rasati, cioè da ciechi, senza vedere l’amore e senza avere la forza di dover dare amore?

Quindi pensiamoci oggi: cos’è che ci taglia i capelli e come invece possiamo mantenerli lunghi, mantenere la nostra forza stando davanti al Signore.

Ascolta la puntata a cura di Simona Panico: