Mancano pochi giorni alla fine del Giubileo della Misericordia. Domenica 13 novembre, saranno il cardinale Agostino Vallini a San Giovanni in Laterano (ore 17.30), il cardinale James Michae Harvey a San Paolo fuori le Mura (ore 17) e il cardinale Santos Abril Y Castellò a Santa Maria Maggiore (ore 18) a celebrare le cerimonie di chiusura delle Porte Sante delle basiliche papali. Alla basilica di San Pietro, invece, Papa Francesco presiederà la Messa di chiusura del Giubileo il 20 novembre, alle 10.

In particolare, per quanto riguarda il rito di chiusura del Giubileo alla basilica di San Giovanni in Laterano, insieme al cardinale Vallini concelebreranno il vicegerente Filippo Iannone e tutti i vescovi ausiliari, il vicario capitolare del cardinale arciprete, monsignor Luca Brandolini, i canonici e i coadiutori del Capitolo lateranense, i padri penitenzieri e tutti i sacerdoti che lo vorranno. Ad animare la celebrazione sarà il  Coro della diocesi di Roma diretto da monsignor Marco Frisina. I seminaristi dei seminari diocesani – Romano Maggiore, Romano Minore e Redemptoris Mater – cureranno, invece,  il servizio liturgico. Durante la cerimonia saranno chiusi i battenti in bronzo. La costruzione del muro avverrà, invece, in un secondo momento. Nella parete, all’interno della navata, che sarà poi coperta da una lapide, sarà murata la “capsa”, la cassetta di zinco con il verbale di chiusura della Porta, la chiave e  alcune medaglie e monete dell’anno in corso.

Sarà sempre il cardinale Vallini, sabato 12 novembre, a presiedere le Messe per la conclusione del Giubileo all’Ostello della Caritas diocesana e al Divino Amore. La liturgia di chiusura della Porta Santa della Carità all’Ostello “Don Luigi Di Liegro”, aperta il 18 dicembre 2015 da Papa Francesco, avrà inizio alle ore 11. L’Eucaristia verrà concelebrata da monsignor Enrico Feroci, direttore della Caritas diocesana di Roma, e da don Giorgio Gabrielli, collaboratore dell’organismo diocesano, e sarà animata dagli ospiti dell’Ostello Alle 18, poi, ancora il cardinale vicario presiederà la Messa nella parrocchia santuario di Santa Maria del Divino Amore a Castel di Leva.

“La chiusura della Porta della Misericordia non esaurisce l’impegno della Chiesa, ma alla luce del Giubileo vissuto – aveva dichiarato proprio qualche giorno fa Monsignor Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione – ne rafforza la testimonianza”.