giovedì , 23 novembre 2017

Giubileo, pellegrinaggi tra fede, arte e storia

La forza delle fede attraverso itinerari storico-culturali. È anche questo il Giubileo. Così entro il 7 dicembre, dopo gli ultimi lavori di restauro, sarà inaugurato il nuovo percorso attraverso le catacombe di Roma con l’esposizione di reperti inediti. Tra questi le pitture del III e del IV secolo, appena finite di restaurare, nel complesso delle catacombe dei santi Pietro e Marcellino sulla via Casilina.

Tappe imperdibili anche quelle al Mausoleo di Sant’Elena legata alla memoria della madre di Costantino, al Mausoleo di Santa Costanza e alle catacombe di Priscilla sulla Salaria. L’itinerario prosegue poi con la visita alle catacombe di San Callisto considerato il primo cimitero ufficiale della Chiesa di Roma con la Cripta dei Papi risalente al III secolo. Proprio in questi giorni si sta concludendo, invece, l’opera di restauro delle catacombe di Pretestato sull’Appia Pignatelli, non aperte finora al pubblico.

I percorsi si vanno ad aggiungere ai 4 itinerari a piedi proposti dall’Opera romana pellegrinaggi da San Giovanni in Laterano e Santa Maria Maggiore a San Pietro e viceversa. Colosseo, Fori, Carcere Mamertino e Campidoglio sono solo alcune tappe del tragitto. In cantiere anche un piano da parte del Ministero per i beni culturali che sta prendendo in considerazione non solo l’idea di un’apertura straordinaria di quei monumenti solitamente chiusi al pubblico, ma anche quella di eventuali aperture serali.

Di supporto ai pellegrini saranno poi 14 infopoint collocati nei punti strategici della città come le stazioni Termini e Tiburtina, gli aeroporti, via della Conciliazione. Previsto inoltre anche un piano del trasporto pubblico che prevede un aumento delle corse dei mezzi pubblici e l’introduzione della Carta Omnia, una carta elettronica che consente, nell’arco di 48 ore, l’accesso a vari servizi, dai trasporti urbani fino alla visita gratuita di due musei. In arrivo nella capitale per l’Anno Santo anche uno sportello aperto al pubblico, nato su iniziativa di Codacons, Comitas e First, che consentirà a fedeli e turisti di denunciare ogni forma di degrado e illegalità.

 

Check Also

Torna alle Sale del Bramante l’esposizione internazionale “100 presepi”

Oltre cento presepi in mostra Torna oggi, nelle Sale del Bramante, a piazza del Popolo, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X