Giovani e Pace. La notte delle candele al Palatino

Una notte dedicata a giovani e pace al convento di San Bonaventura al Palatino

Si svolgerà questa sera, a partire dalle ore 20, una serata dedicata alla pace e ai giovani presso il convento di San Bonaventura al Palatino, Via di S. Bonaventura, 7 e promossa dall’Associazione Fiori di Nardo.

Una serata che si riempie di luce, simbolo di speranza per portare speranza nel mondo, per «condividere un momento di incontro e riflettere insieme sul nostro desiderio di pace-, ci racconta Assunta Scaldaferri, del direttivo dell’associazione promotrice – che tocca anche i momenti e i gesti più semplici della vita di tutti i giorni».

La serata

La serata si svolgerà a partire dalle ore 20 con momenti di riflessione, condivisione e preghiera. Non mancheranno anche momenti di ristoro con un rinfresco. Il costo è di 5 euro per i soci, 7 euro per i non soci. Per raggiungere il convento di San Bonaventura al Palatino in metro, scendendo alla fermata Colosseo, mentre non è possibile accedere in auto in via di San Bonaventura, ma è possibile trovare parcheggio nelle vie limitrofe (zona Monti – Oppio – Celio) e raggiungere in pochi minuti a piedi il Palatino.

 

 

“Per avere una vera pace, bisogna darle un’anima. Anima della pace è l’amore” (Papa Paolo VI)

 

Ascolta cosa ci ha raccontato sulla serata Assunta Scaldaferri nella puntata di In Diocesi andata in onda lunedì 30 ottobre.

 

L’Associazione Fiori di Nardo

Associazione laica di giovani legati alla spiritualità francescana, fondata a seguito di un viaggio in Terra Santa realizzato nel capodanno del 2014.

Obiettivo della giovane realtà associativa è quello di diffondere la conoscenza e l’esperienza del viaggio in Terra Santa, la sua bellezza e unicità, grazie alle testimonianze di coloro che lo hanno vissuto in prima persona, ma anche realizzando pellegrinaggi in collaborazione con la Custodia di Terra Santa e il Commissariato di Terra Santa Roma.

«Attraverso i francescani abbiamo conosciuto la Terra Santa, – prosegue la Scaldaferri – e la loro presenza, dopo 800 anni, ha permesso e permette ancora oggi di rendere possibile la presenza cristiana, che è sempre più difficile, ma fondamentale e la custodia dei luoghi e di una memoria là è molto importante»

«Noi non organizziamo direttamente pellegrinaggi, ma li promuoviamo e quello che ci accomuna ai francescani è la voglia di portare giovani in Terra Santa e far conoscerla a quei giovani che non si trovano in contatto con queste realtà, ma anche lavorare per la pace, come lo testimonia questa serata».

Per saperne di più: Facebook: @fioridinardo; sito internet www.fioridinardo.org e email [email protected]

 

Check Also

Auguri Natale Radiopiu

Radiopiù: gli auguri dalla redazione e i nuovi programmi

“Non c’è niente di nuovo sotto il sole” si sosteneva nel libro del Qoelet, Antico …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X