Giovani e lavoro, “Generare Futuro”

Giovani e lavoro corrono molto spesso su due binari paralleli. È così che entra in gioco “Generare Futuro”, il progetto cofinanziato dal ministero del Lavoro e delle politiche sociali e realizzato dal Forum delle associazioni familiari in collaborazione con le Acli di Roma.

Obiettivo è quello, di “promuovere e rimettere al centro il lavoro quale perno di cittadinanza e sviluppo integrale della persona e della comunità”.  Da qui la necessità di fornire ai giovani “un kit di strumenti” per facilitarne l’ingresso e la permanenza nel mondo del lavoro.

Il progetto che parte da Roma

Il progetto su giovani e lavoro, che si sviluppa a livello nazionale, prende avvio con una prima sperimentazione condotta dalle Acli di Roma nel territorio della Capitale. Diversi gli incontri educativi e informativi per giovani dai 18 ai 35 anni in programma.

Ma non solo. I ragazzi potranno essere aiutati nell’elaborazione del curriculum vitae recandosi a tre appositi corner point, cioè sportelli di orientamento al lavoro.

Dal Lazio alle altre regioni d’Italia

L’iniziativa rappresenta dunque, si legge in una nota,“un’occasione per riattivare i talenti del nostro territorio, talenti intesi come doti e capacità personali di ciascuno, che rappresentano la ricchezza spesso nascosta del nostro Paese”.

Così, nel 2018 il progetto si svilupperà ulteriormente grazie al coinvolgimento dei Forum delle famiglie regionali nel Lazio, in Liguria, in Lombardia, nelle Marche, in Umbria e in Toscana ma anche delle scuole secondarie di secondo grado e le diverse realtà sociali locali.