mercoledì , 22 novembre 2017

Giovani e internet, al Gemelli un centro per psicopatologie da web

L’abuso del web comporta gravi conseguenze in bambini e adolescenti non solo a livello cognitivo e comportamentale, come ritiro e alienazione, ma anche fisico come problemi agli occhi e alla postura e obesità infantile. Proprio per la cura di queste problematiche, e in particolare delle psicopatologie da web, sarà aperto a breve al Policlinico Gemelli un nuovo centro pediatrico interdipartimentale. La struttura, prima in Italia, è frutto del lavoro tra l’ospedale e la facoltà di Medicina e chirurgia dell’università Cattolica del Sacro Cuore.

“Il problema – spiega professore Federico Tonioni, responsabile dell’area delle dipendenze da sostanze e delle dipendenze comportamentali del policlinico Gemelli- sta in ogni forma di assenza genitoriale: i genitori spesso mettono i bambini davanti al computer con aria compiaciuta e li usano come dei baby sitter”. Pietro Ferrara, professore dell’istituto di pediatria dell’Università Cattolica, fa inoltre sapere che un bambino non dovrebbe trascorrere on line non più di 2 o 3 al giorno. Si stima invece che bambini e adolescenti passino in media circa 7 ore al giorno davanti a TV, computer, cellulari e altri dispositivi elettronici.

Check Also

Cinque Passi. Tornano le catechesi di padre Maurizio Botta

Ripartono “I Cinque Passi al Mistero”, ciclo di catechesi condotte da padre Maurizio Botta Il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X