Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Non stop Music

00:00 06:00

Show attuale

Non stop Music

00:00 06:00

Background

Giornata mondiale dei poveri, “portinai” del Cielo

Scritto da il 18 Novembre 2019

Giornata mondiale dei poveri: nuovo centro di accoglienza

Una «riunione di amici». Lo ha definito così Papa Francesco il pranzo condiviso ieri in Aula Paolo VI con 1500 poveri di diverse età e origini. Una riunione non con «gli scarti», dunque, ma con coloro che «sono preziosi agli occhi di Dio».

I poveri, ha ribadito il Pontefice durante la Messa nella Giornata mondiale loro dedicata, «non parlano la lingua dell’io: non si sostengono da soli, con le proprie forze, hanno bisogno di chi li prenda per mano».

giornata mondiale dei poveri, papaCosì venerdì scorso, dopo aver visitato a sorpresa il Presidio Sanitario solidale in piazza San Pietro che offre cure gratuite a quanti non può permetterselo, il Santo Padre ha inaugurato anche un Centro accoglienza diurna e notturna a Palazzo Migliori. A pochi metri dal Colonnato di San Pietro, è affidato all’Elemosineria di Sua Santità e dato in gestione alla Comunità di Sant’Egidio.

Giornata mondiale dei Poveri: la tentazione della fretta e la perseveranza

Commentando il Vangelo di ieri Papa Francesco ha messo in guardia dalla tentazione della fretta, del subito. «Per Gesù non bisogna andare dietro a chi dice che la fine arriva subito, che “il tempo è vicino”. Non va seguito, cioè, chi diffonde allarmismi e alimenta la paura dell’altro e del futuro, perché la paura paralizza il cuore e la mente.

giornata mondiale dei poveriSe ci affanniamo per il subito, dimentichiamo quel che rimane per sempre: inseguiamo le nuvole che passano e perdiamo di vista il cielo.

Nella smania di correre, di conquistare tutto e subito, dà fastidio chi rimane indietro. Ed è giudicato scarto: quanti anziani, quanti nascituri, quante persone disabili, poveri ritenuti inutili.

Si va di fretta, senza preoccuparsi che le distanze aumentano, che la bramosia di pochi accresce la povertà di molti».

Antidoto alla fretta è la perseveranza: «andare avanti ogni giorno con gli occhi fissi su quello che non passa: il Signore e il prossimo».

Giornata mondiale dei Poveri: la tentazione dell‘io, la lingua del tu

Bisogna inoltre parlare la stessa lingua di Gesù, quella dell’amore. La lingua del tu. Parla la lingua di Gesù non chi dice io, ma chi esce dal proprio io.

Eppure, ha fatto notare Francesco nella Giornata mondiale dei Poveri, «quante volte, anche nel fare il bene, regna l’ipocrisia dell’io: faccio del bene ma per esser ritenuto bravo. Dono, ma per ricevere a mia volta. Aiuto, ma per attirarmi l’amicizia giornata mondiale dei poveridi quella persona importante. Così parla la lingua dell’io».

Così, anziché provare fastidio quando li sentiamo bussare alle nostre porte, ha fatto ancora presente il Santo Padre, «possiamo accogliere il grido di aiuto dei poveri come una chiamata a uscire dal nostro io, ad accoglierli con lo stesso sguardo di amore che Dio ha per loro».

«I poveri ci facilitano l’accesso al Cielo: per questo il senso della fede del Popolo di Dio li ha visti come i portinai del Cielo.

Già da ora sono il nostro tesoro, il tesoro della Chiesa. Ci dischiudono infatti la ricchezza che non invecchia mai, quella che congiunge terra e Cielo e per la quale vale veramente la pena vivere: cioè, l’amore».

Leggi anche:

San Martino I Papa, una tonnellata di generosità


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT