Gioco d’azzardo patologico, il piano no-slot della Regione Lazio

Un piano per dire no al gioco d’azzardo patologico. Lo ha elaborato la Regione Lazio a seguito dei dati allarmanti diramati dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il Lazio risulta essere, infatti, la seconda regione d’Italia che spende di più per il gioco: oltre 7 miliardi per 500 sale gioco. “Diciamo basta al gioco d’azzardo patologico” ha dichiarato il presidente della Regione, Nicola Zingaretti. “Nel Lazio con ‘NoSlot’ ci saranno 80 sportelli regionali di informazione e prevenzione su tutto il territorio”.

14,4 milioni per contrastare il gioco d’azzardo

Obiettivo è dunque quello non solo di potenziare i servizi già esistenti ma di investire anche nell’integrazione sociosanitaria e nella comunicazione nelle scuole. Si passa dunque, per quanto riguarda i finanziamenti, da 2,5 milioni del biennio 2015-2016 a 14,4 milioni per il 2017-2018. Le risorse arrivano in parte dal fondo sanitario regionale (9,6 mln) e in parte dal nuovo fondo antiazzardo messo a disposizione delle Regioni dal Ministero della Salute (4,8 mln).

9,9 i  milioni che saranno destinati alle attività di cura e riabilitazione. In particolare 900mila serviranno a istituire un Centro regionale per il contrasto al sovraindebitamento e all’usura legati al gioco d’azzardo. Per le azioni di prevenzione saranno invece impiegati 2,8 milioni. I rimanenti 1,7 milioni serviranno a incrementare le azioni previste dalla legge regionale come il percorso formativo per tutti gli operatori sanitari, sociali e del terzo settore.

Saranno inoltre finanziate le attività di ricerca dell’Osservatorio regionale sul fenomeno dell’azzardo e il funzionamento dei tavoli tecnici territoriali contro il rischi di dipendenza dei giocatori. Previsto poi il rilascio di un marchio “Slot free” per i gestori che rinunciano alle apparecchiature per il gioco d’azzardo nel proprio esercizio commerciale.

 

 

Check Also

Fontane di interesse storico, divieti di bivacco e consumo: multe fino a 240 euro

Un’ordinanza per la salvaguardia delle fontane di interesse storico, artistico archeologico di Roma. L’ha firmata …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X