Gennaio mese della pace. Proseguono le iniziative di Caritas Roma

0
212

Gennaio mese della pace, ma le iniziative di Caritas Roma proseguiranno fino a maggio

La Chiesa Cattolica come di consueto celebra la Giornata Mondiale per la Pace il 1 gennaio di ogni anno. Una giornata di grande importanza, istituita nel 1967 da papa Paolo VI, che mira a sostenere alta l’attenzione alla tematica della pace e dei conflitti nel mondo, proprio nel giorno di Capodanno.

Quest’anno il pontefice ha dedicato il messaggio a migranti e rifugiati, intitolando proprio “Migranti e rifugiati: uomini e donne in cerca di pace”, perché questi sono coloro che soffrono di più, costretti a fuggire da quegli scenari di guerra ancora attivi nel mondo.

Ma gennaio è anche il mese in cui ricorre la Giornata Mondiale del migrante e del rifugiato, che si celebra il 14 gennaio, e in cui al centro ci sono 4 verbi significativi come: accogliere, proteggere, promuovere ed integrare. Quattro password ideali da utilizzare da chi lavora per costruire un mondo diverso.

Le proposte di Caritas Roma

Uno stretto legame tra i due messaggi in cui parla di pace ma anche come proteggere chi fugge da guerre e cerca la pace. Così sulla scia di questo impegno costante nel lavorare per la pace ed essere vicino ai più deboli, che il servizio di Area Pace e Mondialità di Caritas diocesana di Roma ha deciso quest’anno di non fermarsi a questo mese dell’anno ma di proseguire con diversi momenti celebrativi in programma da febbraio fino a maggio.

Tre incontri per dare risalto alle attività che vengono fatte nei centri gestiti dalla Caritas diocesana, ma soprattutto coinvolgendo i protagonisti e i testimoni di chi quotidianamente cerca di declinare e vivere questi verbi.

Oliviero Bettinelli

“Volevamo raccogliere le esperienze dirette delle persone migranti che sono accolte nelle nostre strutture e dove ci vivono tutti i giorni” -, ci racconta il responsabile del servizio Pace & Mondialità, Oliviero Bettinelli. “L’obiettivo di questi eventi che abbiamo messo in programma è per dare voce a loro, affinché questa dinamica di costruzione di pace non sia solo in una direzione ma sia sempre più definita dentro una relazione profonda e significativa tra persone che si incontrano e che poi, come dice papa Francesco, si trovano a camminare in cerca della pace“.

Continua ad ascoltare cosa ci ha raccontato Oliviero Bettinelli nella puntata di venerdì 26 gennaio della Porta della Carità.

Gli appuntamenti

Gli appuntamenti in programma saranno tre e si svolgeranno:

  • il 27 febbraio presso la Centro Pronto Intervento per Minori di via Venafro, dove si affronterà il verbo Accogliere
  • il 13 marzo presso il Poliambulatorio di via Marsala in cui si sviscererà il verbo Proteggere
  • il 27 maggio presso il locale Planet di via del Commercio, dove si svolgerà una festa multietnica e si toccheranno i verbi Promuovere e Integrare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here