“Sono lieto di annunciare che sabato 19 novembre, alla vigilia della chiusura della Porta Santa della Misericordia, terrò un Concistoro per la nomina di 13 nuovi cardinali dei cinque continenti”, lo ha detto ieri Papa Francesco nel corso dell’Angelus.

“La loro provenienza da 11 nazioni -ha spiegato il Papa- esprime l’universalità della Chiesa che annuncia e testimonia la Buona Novella della misericordia di Dio in ogni angolo della terra. L’inserimento dei nuovi cardinali nella diocesi di Roma, inoltre, manifesta l’inscindibile legame tra la sede di Pietro e le Chiese particolari diffuse nel mondo”.

Domenica 20 novembre, Solennità di Cristo Re, a conclusione dell’Anno Santo Straordinario della Misericordia, Papa Francesco concelebrerà la Messa con i nuovi cardinali, con il Collegio cardinalizio, con gli arcivescovi, con i vescovi e con i presbiteri.

Questi i nomi dei nuovi cardinali designati dal Papa: monsignor Mario Zenari, che rimane nunzio apostolico “nell’amata e martoriata Siria”; monsignor Dieudonné Nzapalainga, arcivescovo di Bangui; monsignor Carlos Osoro Sierra, arcivescovo di Madrid; monsignor Sérgio da Rocha, arcivescovo di Brasilia; monsignor Blase J. Cupich, arcivescovo di Chicago; monsignor Patrick D’Rozario, arcivescovo di Dhaka; monsignor Baltazar Enrique Porras Cardozo, arcivescovo di Mérida; monsignor Jozef De Kesel, arcivescovo di Malines-Bruxelles; monsignor Maurice Piat, arcivescovo di Port-Louis; monsignor Kevin Joseph Farrell, prefetto del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita; monsignor Carlos Aguiar Retes, arcivescovo di Tlalnepantla; monsignor John Ribat, arcivescovo di Port Moresby; monsignor Joseph William Tobin,  arcivescovo di Indianapolis.

“Ai membri del Collegio Cardinalizio”, ha fatto sapere Papa Francesco, “unirò anche un arcivescovo e due vescovi emeriti che si sono distinti nel loro servizio pastorale ed un presbitero che ha reso una chiara testimonianza cristiana”. Si tratta di monsignor Anthony Soter Fernandez, arcivescovo emerito di Kuala Lumpur; monsignor Renato Corti, vescovo emerito di Novara; monsignor Sebastian Koto Khoarai, vescovo emerito di Mohale’s Hoek; don Ernest Simoni, presbitero dell’arcidiocesi di Scutari.