Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Radiopiù Notizie

12:00 12:03

Show attuale

Radiopiù Notizie

12:00 12:03

Background

Fisichella al Giubileo delle Corali: “Evangelizzare con il canto”

Scritto da il 23 Ottobre 2016

“Canta e cammina. Non fermarti. Non uscire di strada. Non volgerti indietro: rivolgiti al Signore. Canta e cammina. E possa la tua vita essere sempre un canto di lode al Signore’”. Ha preso spunto dall’esortazione di Sant’Agostino l’omelia di monsignor Rino Fisichella, durante la Messa di stamane nella Basilica di San Pietro con i diecimila partecipanti da tutto il mondo al Giubileo delle Corali e degli Animatori Liturgici.

L’iniziativa, organizzata dalla Nova Opera Onlus e dal Coro della Diocesi di Roma, ha preso il via venerdì e si è concluso questa domenica con la Messa e l’Angelus in Piazza San Pietro, durante il quale Papa Francesco ha rivolto uno speciale saluto alle corali presenti.

Nella sua riflessione – riportata dalla Radio Vaticana – il presidente del Pontificio Consiglio della nuova Evangelizzazione ha citato il Vescovo di Ippona che nelle sue Confessioni racconta l’importante ruolo del canto nella sua conversione: “Quando mi tornano alla mente le lacrime che canti di chiesa mi strapparono ai primordi della mia fede, e alla commozione che ancora oggi suscita in me non il canto, ma le parole cantate, se cantate con voce limpida e la modulazione più conveniente, riconosco profondamente l’utilità di tutto questo”, scriveva il Santo. E aggiungeva: “Un canto fatto a Dio strappa le lacrime della conversione, perché può commuovere il cuore, può renderlo più vicino a Dio”.

Il canto, dunque, “non è una cosa secondaria, nella vita della Chiesa, ma può essere realmente una forma di nuova evangelizzazione”, ha detto l’arcivescovo Fisichella. E, insistendo sulla gioia, ha citato l’antico Pastore di Erma dove si legge che “la preghiera dell’uomo triste non ha la forza di giungere all’altare di Dio”.

In conclusione, un’altra citazione di Agostino quando affermava: “Ognuno chiede in quale modo cantare a Dio: canta a Lui, ma canta bene”. “Canta nel giorno del tuo giubileo, ma canta nel giubilo”, ha quindi incitato mons. Fisichella, “giubilo-giubileo, è la stessa terminologia”.

(da www.zenit.org)

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT