Festa del libro di Ostia nel ricordo di mons. Riva

0

Festa del libro e della Lettura di Ostia dedicata alla figura di mons. Clemente Riva

“A centro della città metterei l’uomo”. Questo il titolo della 25°esima edizione della Festa del Libro e della Lettura di Ostia in programma per questo fine settimana (sabato 23 e domenica 24 febbraio) e dedicata alla figura di mons. Clemente Riva, di cui ricorrono quest’anno i vent’anni della morte.

La manifestazione, ad ingresso libero, si svolgerà presso il Teatro-Salone multimediale della Chiesa di S.Monica, in piazza S.Monica, ad Ostia Lido. La due giorni, promossa dall’Associazione Culturale Clemente Riva, è oramai un appuntamento importante per la frazione del litorale romano. Attiva dal 2010 l’associazione promuove l’evento con tre appuntamenti all’anno, sempre presso la parrocchia Santa Monica. Oltre al consueto mercatino di libri usati, verrà inaugurata una mostra fotografica su mons. Clemente Riva, mentre saranno tanti gli autori che alterneranno nella presentazione di libri e dibattiti. Il programma completo è consultabile al seguente link www.festadellibrodiostia.wordpress.com

Ascolta l’intervista completa Gianni Maritati per la rubrica Tutte le Strade, andata in onda venerdì 22 febbraio.

 

«Al centro della città ci sono spesso altre cose -, ci racconta Gianni Maritati,  presidente dell’associazione e giornalista Rai – per questo il titolo scelto per questa edizione è significativo soprattutto per un territorio come Ostia». Rimettere al centro di tutto l’essere umano «sulle tracce di mons. Riva-, prosegue Maritati – con i suoi desideri, i suoi diritti e i suoi sogni». Titolo doppiamente significativo per questa manifestazione «perché è il titolo dell’ultimo libro di mons. Riva che per l’occasione è stato rieditato e verrà presentato in una versione arricchita». Mons. Clemente Riva, già vescovo ausiliare per il settore Sud della Diocesi di Roma, è stata una figura pastorale ma anche storica per la Chiesa di Roma. Pastore molto amato dai fedeli di Ostia, un vero «precursore della Chiesa di papa Francesco come ospedale da campo, come prossimità e vicinanza agli ultimi -. Ci spiega il presidente dell’omonima associazione – era lo stile che ci colpiva, uno stile evangelico alla portata di tutti, per cui non ci avvertiva lo spessore del grande personaggio, anzi ti faceva sentire completamente a tuo agio».

Chi era mons. Clemente Riva

Festa del libro di Ostia nel ricordo di mons. Riva 1
Mons. Clemente Riva

Mons. Riva è stato vescovo ausiliare per il settore Sud della Diocesi di Roma dal 1975 al 1998. Profondo conoscitore del pensiero di Antonio Rosmini, fondatore dell’istituto di cui faceva parte, la sua attività pastorale è particolarmente ricordata per l’impegno nei riguardi del dialogo interreligioso, in particolare con l’ebraismo. Nel 1982 divenne presidente della Commissione Diocesana per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso e nel 1984 diventa membro del Pontificio Consiglio per l’Unità dei Cristiani. Negli anni del suo servizio pastorale ha stretto una profonda amicizia con la Comunità Ebraica di Roma e in particolare con l’ex rabbino capo Elio Toaff. Muore nel 1999 e nel 2010 la giunta comunale di Roma intitola alla sua memoria un’area verde nei pressi del litorale di Ostia.

 

La cultura antidoto all’illegalità

Una due giorni dedicata non solo ai libri, ma anche alla cultura in generale, per offrire un momento di incontro e confronto, spunti di riflessione ed antidoti alla cultura dell’illegalità.

Al centro gli incontri con tanti scrittori che affrontano generi diversi in cui emerge spesso un bisogno di poesia «che non significa estraneità rispetto alla realtà -, spiega il giornalista – piuttosto di tornarci con una letteratura più forti che rendano il lettore più consapevole, più armato contro certe fenomeni di barbarie che ci circondano».

Insomma una occasione preziosa di incontro e confronto che offre la possibilità a tante persone di scambiarsi esperienze, idee, «e gli stessi autori alla fine ringraziano perché si sentono rinnovati da questo incontro con il pubblico».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here