Festa dei popoli, l’unità nella diversità

“Che questa festa, segno di unità e della diversità delle culture, ci aiuti a capire che il cammino verso la pace è questo: fare l’unità, rispettando le diversità”. È questo l’augurio rivolto ieri da Papa Francesco a quanti hanno preso parte alla Festa dei popoli in piazza San Giovanni in Laterano.

Organizzata dall’Ufficio per la Pastorale dei Migranti del Vicariato di Roma, dai missionari Scalabriniani, dalla Caritas diocesana e dalle Acli, la manifestazione ha avuto come momento centrale la Messa presieduta nella piazza da monsignor Guerino di Tora, ausiliare per il settore Nord e presidente della Commissione Cei per le Migrazioni, il quale ha ribadito: “Le diversità devono essere punti di convergenza e dialogo”.

 Circa 80 sacerdoti di diverse nazionalità sono saliti sull’altare e 13 cori hanno accompagnato la Messa in altrettante lingue. Tra i celebranti anche l’arcivescovo armeno cattolico di Aleppo, Boutros Marayati, in questi giorni in visita a Roma.

Migliaia gli uomini e le donne, di oltre 50 etnie, che hanno animato piazza San Giovanni, con le loro storie, la loro cultura, gli abiti tradizionali, concerti, danze e stand con prodotti tipici.


 

 

Check Also

Papa Francesco

Papa Francesco annuncia mese missionario straordinario per ottobre 2019

Mese missionario straordinario Nell’ottobre del 2019 si terrà un “Mese Missionario Straordinario”. Ad annunciarlo ieri, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X