Radio Più Roma https://www.radiopiu.eu Radio Più, 1 WebRadio per la Diocesi di Roma Ascolta la nostra Radio Wed, 19 Feb 2020 06:20:59 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.3.2 https://www.radiopiu.eu/wp-content/uploads/2017/01/cropped-LOGO-1-32x32.png Radio Più Roma https://www.radiopiu.eu 32 32 Almanacco Romano – Accadde oggi 19 febbraio https://www.radiopiu.eu/almanacco-romano-accadde-oggi-19-febbraio/ https://www.radiopiu.eu/almanacco-romano-accadde-oggi-19-febbraio/#respond Wed, 19 Feb 2020 06:20:59 +0000 https://www.radiopiu.eu/?p=23165 Almanacco romano: del giorno

Oggi 19 febbraio 
Oggi il sole sorge alle 7:01
Oggi il sole tramonta alle ore 17:47

I santi del giorno

La Chiesa ricorda San Corrado
san corrado radiopiu

Accadde oggi

Anno 1882: Nella Piazza del pantheon vengono demoliti due obelischi berniniani.
Anno 1893: Nella basilica di San Pietro viene celebrata una solenne liturgia per il Giubileo episcopale del papa Leone XIII.
Anno 1906: viene inaugurato il tratto di rete tranviaria Roma-Grottaferrata-Frascati.
 

]]>
https://www.radiopiu.eu/almanacco-romano-accadde-oggi-19-febbraio/feed/ 0
Diocesi di Roma, équipe pastorali: l’incontro il 29 febbraio https://www.radiopiu.eu/diocesi-di-roma-equipe-pastorali-l-incontro/ https://www.radiopiu.eu/diocesi-di-roma-equipe-pastorali-l-incontro/#respond Tue, 18 Feb 2020 08:26:09 +0000 http://www.radiopiu.eu/?p=32168 Diocesi di Roma: l’ascolto contemplativo

Nuovo incontro, sabato 29 febbraio, alla Basilica di San Giovanni in Laterano per  i parroci e i membri delle equipe pastorali della Diocesi di Roma.

Obiettivo della giornata, ha reso noto il cardinale vicario Angelo De Donatis in una lettera, sarà quello di «radicare e diocesi di roma, san giovanni definire una volta ancora l’identità delle équipe». Ma non solo. Con l’occasione si metterà anche a fuoco «la metodologia di lavoro necessaria per sostenere “l’ascolto contemplativo”, la raccolta delle storie di vita, l’animazione delle realtà che nelle nostre comunità sono chiamate a dar vita a una nuova tappa dell’evangelizzazione a Roma».

Da qui l’invito a una preparazione preliminare nelle parrocchie «raccogliendo già tra voi quali potrebbero essere le domande aperte in ordine all’identità e al metodo di lavoro delle équipe stesse».

 

Diocesi di Roma: l’incontro a San Giovanni in Laterano

«Il cammino che abbiamo iniziato – ha ancora sottolineato il cardinale vicario –  sta ridestando, insieme a timori e paure, il fuoco della gioia del Vangelo: sta a noi riconoscervi il segno della presenza del Risorto che cammina con noi, per illuminarci e farci ardere il cuore nel petto».

La giornata si aprirà alle 9.30 con la preghiera dell’Ora Terza. Dopo l’introduzione del cardinale vicario, seguirà la meditazione del gesuita padre Stefano Bittasi, segretario esecutivo del Centre for Children Protection della Pontificia Università Gregoriana.

Dopo un momento dedicato alle testimonianze, i partecipanti si divideranno in gruppi a seconda dell’ambito di cui si occupano: famiglia, giovani, poveri e ammalati. Nel pomeriggio l’adorazione eucaristica, la celebrazione dei Vespri.

Si chiede di inviare l’elenco dei partecipanti con il relativo ambito di appartenenza all’indirizzo segreteriagenerale@diocesidiroma.it entro il 24 febbraio. 

Diocesi di Roma: il convegno Caritas e gli altri appuntamenti

diocesi di roma, caritas Oggi, 18 febbraio, si celebra la memoria liturgica del Beato Angelico, patrono degli artisti. Per l’occasione il cardinale vicario celebrerà la Santa Messa alla Chiesa rettoria di Sant’Ignazio in Campo Marzio alle ore 18.30.

A seguire una lezione – concerto su Mozart a cura del Servizio per la Cultura e l’Università del Vicariato di Roma.

Domani invece, ancora il cardinale vicario aprirà il convegno della Caritas di Roma “Fate questo in memoria di me” in occasione dei 40 anni dall’istituzione.

L’appuntamento è per le ore 16 alla Cittadella della Carità. Sarà approfondito il contesto storico, culturale e sociale che ha visto nascere la Caritas di Roma come il Concilio Vaticano II, il Patto delle Catacombe, il Convegno sui mali di Roma. (Riascolta l’intervista a don Benoni Ambarus) 

Previsti l’intervento dello storico Alberto Melloni e le testimonianze del direttore, don Benoni Ambarus, di monsignor Enrico Feroci, già direttore, Daniela De Robert, associazione del Volontari in Carcere – Caritas. Modererà il giornalista Toni Mira di Avvenire.

Sabato 22 febbraio, sempre De Donatis celebrerà la Santa Messa alle ore 11 al Pontificio Seminario Romano Maggiore in occasione della Festa della Madonna della Fiducia.

Ascolta l’edizione odierna del giornale radio “Pagine di Roma”: 

]]>
https://www.radiopiu.eu/diocesi-di-roma-equipe-pastorali-l-incontro/feed/ 0
Malinconia, piccolo breviario dell’anima https://www.radiopiu.eu/malinconia/ https://www.radiopiu.eu/malinconia/#respond Tue, 18 Feb 2020 06:50:05 +0000 https://www.radiopiu.eu/?p=32039 Malinconia: cos’è?

È uno stato d’animo? È un sentimento che può essere tristezza?

Son forse un poeta? No, certo. Non scrive che una parola, ben strana, la penna dell’anima mia: “follia”. Son dunque un pittore? Neanche. Non ha che un colore la tavolozza dell’anima mia: “malinconia”. Un musico, allora? Nemmeno. Non c’è che una nota Nella tastiera dell’anima mia: “nostalgia”. Son dunque…che cosa? Io metto una lente davanti al mio cuore per farlo vedere alla gente. Chi sono? Il saltimbanco dell’anima mia. (Aldo Palazzeschi)

La malinconia è una vaga tristezza, ed è un sentimento comune, sovente alimentato dall’indugio e dalla rassegnazione, in qualche caso persino con condiscendenza. È certo annoverata nell’ambito di sentimenti d’inquietudine o delusione. Anticamente, lo humor nero, uno dei quattro umori generati dall’organismo umano, cui si attribuivano malefici e spesso fatali influssi sulle funzioni vitali. Quando si riesce ad alternare l’umorismo con la malinconia, si ha un successo, ma quando le stesse cose sono insieme divertenti e malinconiche, è semplicemente meraviglioso.
(François Truffaut)

Tristezza e malinconia sono gli interpreti più eloquenti dell’amore. (Honoré de Balzac)

L’angoscia e il dolore. Il piacere e la morte non sono nient’altro che un processo per esistere. (Frida Kahlo)

Malinconia: un sentimento difficile da spiegare

Anticamente la Malinconia individuava persino una tipologia umana. Il malinconico era un uomo o una donna incline al dolore alla commiserazione malaticcio nel corpo è debole nei sentimenti, pur se non malevolo. Si tratta di un sentimento esteso è sfumato nei contorni è il senso è difficile da spiegare.

Più semplice come in letteratura parlare di natura malinconica. Cesare Pavese grande scrittore e poeta del novecento anche dai suoi amici più stretti veniva definito malinconico e questo alla luce della tragica fine indica come può essere un fondo di profondo dolore e distacco dalle cose della vita a indurre a quel sentire tutto in una luce scura e disincantata. Chi ha fede ha questo meraviglioso sostegno nel Padre che deve tuttavia essere alimentato nelle opere come nei pensieri. Malinconico è diverso da “depresso” ma i due termini oggi si confondono.

Malinconia di Gesù

Gesù al Getsemani. […] “E dopo aver cantato l’inno, uscirono verso il monte degli Ulivi. Gesù disse loro: “Tutti rimarrete scandalizzati, poiché sta scritto: Percuoterò il pastore e le pecore saranno disperse. Ma, dopo la mia risurrezione, vi precederò in Galilea”. Allora Pietro gli disse: “Anche se tutti saranno scandalizzati, io non lo sarò”. Gesù gli disse: “In verità ti dico: proprio tu oggi, in questa stessa notte, prima che il gallo canti due volte, mi rinnegherai tre volte”.  Ma egli, con grande insistenza, diceva: “Se anche dovessi morire con te, non ti rinnegherò”. Lo stesso dicevano anche tutti gli altri. Giunsero intanto a un podere chiamato Getsèmani, ed egli disse ai suoi discepoli: “Sedetevi qui, mentre io prego”. Prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e cominciò a sentire paura e angoscia. Gesù disse loro: “La mia anima è triste fino alla morte. Restate qui e vegliate”. […] (Mt 14, 26-34)

Dopo essersi seduto alla mensa con i suoi discepoli, per consumare la sua ultima cena, Cristo inizia il proprio iter di “passione”, cioè quel percorso fisico e spirituale che lo condurrà al “cranio”, al Golgota, dove sarà crocefisso. Dopo aver meditato le suddette parole, riportate nel Vangelo di Matteo, viene da immaginare come debba essere stato per Gesù vivere quegli ultimi eventi, nella piena consapevolezza del destino che lo attendeva e che aveva per fine ultimo la salvezza degli uomini.

Il Getsèmani, (dall’aramaico gath shemanim, cioè frantoio e noto anche come Orto degli ulivi), dunque, è il luogo chiave in cui si svolgono i fatti appena esposti. Il Signore vi si raccoglie in preghiera, attendendo la cattura da parte dei Romani, al seguito dell’Iscariota. Una preghiera, come sottolinea l’evangelista Marco, intima e profondamente confidenziale col Padre, che viene definito “Abbà”.

Immaginiamo: il silenzio della notte, le stelle alte in cielo, qualche piccolo rumore provocato da un insetto o da un animaletto notturno e poi i passi di Nostro Signore, il suo respiro, il battito del suo cuore. Un luogo di enorme spiritualità il Getsèmani, di preghiera e di rinascita al tempo stesso, poiché da lì inizierà il percorso che condurrà alla Pasqua, una termine simbolico, che in ebraico vuol dire “oltrepassare”.

Ecco che la malinconia tutta umana di Gesù e il suo dolore ci dicono essenza di questo sentire che è perdita abbandono ma non dimenticanza. Vi è la tinta chiara di un colore di tramontino, forse alba, che fugge: eppure è presente qualcosa di profondamente umano.

Ascolta la puntata odierna di “Piccolo Breviario dell’Anima” e con Ugo De Vita

Ascolta la puntata precedente

]]>
https://www.radiopiu.eu/malinconia/feed/ 0
Almanacco Romano – Accadde oggi 18 febbraio https://www.radiopiu.eu/almanacco-romano-accadde-oggi-18-febbraio/ https://www.radiopiu.eu/almanacco-romano-accadde-oggi-18-febbraio/#respond Tue, 18 Feb 2020 05:12:27 +0000 https://www.radiopiu.eu/?p=23161 Almanacco romano: del giorno

Oggi 18 febbraio 
Oggi il sole sorge alle 7:02
Oggi il sole tramonta alle ore 17:46

I santi del giorno

La Chiesa ricorda il Beato Angelico
beato angelico radiopiu

Accadde oggi

Anno 607: Arriva l’approvazione di Foca per Bonifacio III con un editto che definisce «la sede dell’apostolo Pietro la prima di tutte le chiese e che deve considerarsi infondata la pretesa al primato della sede di Costantinopoli».
Anno 1878: Dopo la morte di Pio IX, sessanta cardinali entrano in conclave nella cappella Sistina.

]]>
https://www.radiopiu.eu/almanacco-romano-accadde-oggi-18-febbraio/feed/ 0
Benessere psicologico: la relazione tra l’uomo e Dio https://www.radiopiu.eu/benessere-psicologico-la-relazione-tra-luomo-e-dio/ https://www.radiopiu.eu/benessere-psicologico-la-relazione-tra-luomo-e-dio/#respond Mon, 17 Feb 2020 07:50:46 +0000 https://www.radiopiu.eu/?p=32074 Benessere psicologico: Parlami di Marco Ciambra

Al centro della puntata di oggi di Parole di onda, condotta dal giornalista Gianni Maritati, il saggio di Marco Ciambra, Parlami, il possibile benessere psicologico con Dio e con Cristo presentato lo scorso novembre alla Festa del libro e della Lettura di Ostia.

benessere psicologico, marco ciambra

Marco Ciambra

È un saggio religioso? 

«Mi sono focalizzato sulla parola “relazione” più che sulla parola “religione”. Questo libro il mio cuore lo ha suggerito alla mia mente che si è tuffata a sua volta nel mio cuore. Non è un saggio di teologia ma di relazione tra l’uomo e Dio».

Da quali esperienze deriva questo libro? 

«È un approfondimento personale degli studi di psicologia e anche di vita perché ho approfondito la vita dei santi dando un’evidenza anche pratica di ciò di cui parlo. Ho approfondito il tema della relazione perché penso che avere delle persone divine che ci amano infinitamente ha delle conseguenze psicologiche  importanti per l’uomo».

Benessere psicologico: la religione e la causa benefica

Quindi la religione può essere anche una cura psicologica? 

«Come ho detto nell’introduzione non darò elisir per guarire l’uomo dalle malattie psicologiche ma anzi parlo della sua sofferenza e di come la affronta nella relazione con Dio, come è successo anche nella vita dei santi e di esperienze benessere psicologicodi vita.

Questo libro ha anche una finalità benefica…

«Sì, tutti i diritti d’autore sono ceduti alla ricerca sull’ittiosi, una malattia genetica rara della pelle.

Grazie a un ricercatore tedesco pare si sia trovata una cura, ma è necessario raccogliere 2 milioni di euro. Quindi ognuno contribuisce come può. Io sono stato invogliato perché un mio carissimo amico ha una bimba affetta dall’ittiosi».

Ascolta la puntata precedente

]]>
https://www.radiopiu.eu/benessere-psicologico-la-relazione-tra-luomo-e-dio/feed/ 0
Satanismo, cosa occorre sapere https://www.radiopiu.eu/satanismo/ https://www.radiopiu.eu/satanismo/#respond Mon, 17 Feb 2020 06:50:51 +0000 https://www.radiopiu.eu/?p=32028 Satanismo: cos’è?

Che cos’è? Quali sono i pericoli di questa religiosità deviata? Chi presta culto al demonio? Il satanismo, secondo padre Francois Dermine, è una forma di religiosità deviata in aumento vertiginoso. Padre Dermine, originario del Canada, è in Italia da quarant’anni: è frate domenicano e professore di teologia morale. Nel monastero di Fontanellato, in provincia di Parma, è maestro dei novizi, ma anche esorcista ufficiale della diocesi.

Ci sono varie forme di satanismo, quello razionalista diffuso in America, che offre un culto a Satana senza credere alla sua esistenza. Satana è semplicemente il simbolo della ribellione dell’uomo contro qualsiasi legge, sia sociale che statale, religiosa o ecclesiale.

Poi c’è il satanismo giovanile, che è una forma di satanismo non strutturato, vissuto da molti giovani che attraverso internet trovano molteplici siti satanici, ascoltano certe forme di musica rock e si fanno una cultura in questo senso. È una forma di satanismo particolarmente pericolosa, perché i giovani possono arrivare ad improvvisare omicidi cultuali. In Italia ci sono stati degli esempi in tal senso, basti pensare al caso di suor Laura di Chiavenna, la quale venne uccisa con 19 colpi da tre giovani donne che non appartenevano a nessuna setta ma che erano imbevute di cultura satanista, e decisero di uccidere questa suora per offrire un sacrificio a satana. Il loro rito fu sbagliato perché inflissero 19 colpi anziché 18 che è la somma di sei più sei più sei: il numero della bestia! È una forma di satanismo non priva di pericoli ed è responsabile di certi atti criminali in tutto il mondo.

Satanismo: il classico

satanismoQuindi c’è il satanismo classico, che comporta riti molto elaborati, complessi, crudeli, che prevedono omicidi perversi perché le vittime, che spesso sono donne, non solo vengono violentate, ma la perversione viene spinta fino al punto di trasformare queste vittime in carnefici: cioè le vittime vengono costrette ad uccidere, durante il rito, qualche altra persona.

In Italia generalmente le persone uccise sono extracomunitari, non per motivi di razzismo, ma perché quando scompare un extra comunitario soprattutto se non è registrato non c’è nessuna denuncia o inchiesta a suo carico.  Cosa avviene durante questi riti? Profanazioni delle Ostie: a monte vi è un traffico di particole e i sacerdoti devono stare attenti quando distribuiscono la Comunione nel verificare che l’ostia venga messa in bocca.

Spesso fanno parte di questi gruppi satanici persone altolocate che frequentemente vengono poi riconosciute non colpevoli per insufficienza di prove o perché il fatto non sussiste, oppure il caso viene archiviato.  Ricordiamo il caso del mostro di Firenze che uccideva le coppiette che si appartavano in collina e le uccideva nel momento dell’orgasmo, perché la magia satanica vuole che l’omicidio si compia in un momento carico di energia. Il mostro prelevava gli organi sessuali che servivano come trofei, cimeli per i riti satanici. Venne trovato un certo dottor Narducci, annegato nel lago Trasimeno ed il caso finì lì!

Continua il sacerdote Francois Dermine: “Ci sono riti per i quali la vittima debba bere delle vere e proprie porcherie: bicchieri di sperma, di insetti, liquidi contenenti capelli della vittima uccisa, colori, ognuno dei quali ha un significato e un ruolo, bicchieri di colla… Durante gli esorcismi ho visto persone rimettere anche il vetro, che non era nello stomaco di chi lo vomita. Ma si materializzava in bocca… se fosse stato nello stomaco la persona sarebbe morta. Ho visto espellere ciocche di capelli con forme di bambini, colori usciti dagli occhi del malcapitato. C’è bisogno di tanta preghiera”.

Ascolta la puntata odierna di “Satana, dal male alla liberazione” a cura di Sandro Mancinelli

Ascolta la puntata precedente

]]>
https://www.radiopiu.eu/satanismo/feed/ 0
Almanacco Romano – Accadde oggi 17 febbraio https://www.radiopiu.eu/almanacco-romano-accadde-oggi-17-febbraio/ https://www.radiopiu.eu/almanacco-romano-accadde-oggi-17-febbraio/#respond Mon, 17 Feb 2020 06:02:43 +0000 https://www.radiopiu.eu/?p=23057 Almanacco romano: del giorno

Oggi 17 febbraio 
Oggi il sole sorge alle 7:04
Oggi il sole tramonta alle ore 17:45
I santi del giorno
La Chiesa ricorda Santa Marianna

Accadde oggi

Anno 1600: Dopo aver rifiutato i conforti religiosi e il crocefisso, il filosofo domenicano Giordano Bruno, con la lingua in giova – serrata da una morsa perché non potesse parlare – viene condotto a Campo de’ Fiori, denudato, legato a un palo e arso vivo. Le sue ceneri saranno gettate nel Tevere.
Anno 1915: viene scomunicato l’ex sacerdote Ernesto Bonaiuti, docente di Storia del Cristianesimo all’Università di Roma, accusato di Modernismo.

]]>
https://www.radiopiu.eu/almanacco-romano-accadde-oggi-17-febbraio/feed/ 0
Almanacco Romano – Accadde oggi 16 febbraio https://www.radiopiu.eu/almanacco-romano-accadde-oggi-16-febbraio/ https://www.radiopiu.eu/almanacco-romano-accadde-oggi-16-febbraio/#respond Sun, 16 Feb 2020 06:20:05 +0000 https://www.radiopiu.eu/?p=23050 Almanacco romano: del giorno

Oggi 16 febbraio 
Oggi il sole sorge alle 7:05
Oggi il sole tramonta alle ore 17:44
I santi del giorno
La Chiesa ricorda i santa Giuliana

Accadde oggi

Anno 1818: Lo Stato Pontificio e i Regno delle Due Sicilie firmano un concordato secondo il quale al re è concessa la nomina dei vescovi, che saranno poi consacrati dal papa; è disposta inoltre la censura sulla stampa e sui libri giudicati contrari alla dottrina cattolica.
Anno 1900: Si svolge un congresso anticlericale per commemorare il terzo centenario della condanno di Giordano Bruno e viene istituito un Antigiubileo con visita alle quattro “basiliche laiche” (Pantheon, Gianicolo, Porta Pia e Campidoglio).

]]>
https://www.radiopiu.eu/almanacco-romano-accadde-oggi-16-febbraio/feed/ 0
Almanacco Romano – Accadde oggi 15 febbraio https://www.radiopiu.eu/almanacco-romano-accadde-oggi-15-febbraio/ https://www.radiopiu.eu/almanacco-romano-accadde-oggi-15-febbraio/#respond Sat, 15 Feb 2020 06:10:34 +0000 https://www.radiopiu.eu/?p=23044 Almanacco romano: del giorno

Oggi 15 febbraio 
Oggi il sole sorge alle 7:06
Oggi il sole tramonta alle ore 17:42
I santi del giorno
La Chiesa ricorda i santi Faustino e Giovita

Accadde oggi

Anno 1621: Gregorio XV nomina il nipote Ludovico Ludovisi cardinale, arcivescovo di Bologna e Segretario di Stato.
Anno 1798: Il generale Berthier proclama la Repubblica Romana e depone Pio VI da principe temporale, mettendo a saccheggio il Vaticano; sul Campidoglio sventola una bandiera rossa, bianca e nera.

]]>
https://www.radiopiu.eu/almanacco-romano-accadde-oggi-15-febbraio/feed/ 0
Mozart, il 18 febbraio la lezione-concerto a Sant’Ignazio https://www.radiopiu.eu/mozart-18-febbraio-la-lezione-concerto/ https://www.radiopiu.eu/mozart-18-febbraio-la-lezione-concerto/#respond Fri, 14 Feb 2020 09:52:39 +0000 https://www.radiopiu.eu/?p=32054 Mozart: l’incontro nel giorno della memoria liturgica del Beato Angelico

Sarà Mozart al centro quest’anno del consueto appuntamento, a cura del Servizio per la Cultura e l’Università del Vicariato di Roma, in occasione della memoria liturgica del Beato Angelico, patrono degli artisti.

mozart«Vogliamo dedicare ogni anno a un’arte diversa» spiega ai nostri microfoni il direttore monsignor Andrea Lonardo. Così, se nel 2019 si è parlato di pittura, il prossimo 18 febbraio, alla chiesa di Sant’Ignazio in Campo Marzio, a partire dalle ore 20.15, si rifletterà invece sulla musica.

A precedere la lezione-concerto dal titolo Il divino Amadeus e la grazia della fede. L’ultimo anno della vita di Mozart la Santa Messa (presieduta dal cardinale vicario, Angelo De Donatis, ore 18.30) durante cui l’Accademia Augustea del Conservatorio di Santa Cecilia di Roma, diretta da Federico del Sordo, eseguirà la Missa Brevis K192 di Mozart.

Nel corso dell’incontro «ascolteremo dei brani, che saranno introdotti e commentati, tra cui il Requiem, un brano del concerto per clarinetto e orchestra, delle parti del Flauto Magico, l‘Ave Verum etc». Tra gli interpreti il pianista Antonio Pergolizzi, il soprano Stella Alonzi, il tenore Domingo Pellicola e gli allievi dell’Accademia Nazionale di Arte Drammatica “Silvio D’Amico”, Paolo Sangiorgio e Davide Fusano, diretti da Andrea Giuliano.

Ascolta le parole di monsignor Andrea Lonardo: 

Mozart: un cattolico del suo tempo

Il musicista austriaco, chiarisce monsignor Lonardo «viene visto a volte come un massone per il Flauto magico, come un libertino per il Don Giovanni. In realtà, ci si rende conto che era cattolico, (cattolico alla maniera del suo tempo). C’era un linguaggio molto scurrile, le riflessioni sull’uomo, la donna e i loro rapporti erano tipici dell’epoca.

mozartLui divenne massone semplicemente perché era povero, per bisogno di soldi. Mostreremo come il Don Giovanni è un’opera in realtà sull’amore. Mentre nella massoneria dell’epoca la donna non poteva entrare, il culmine del Flauto Magico sono Tamino e Pamina che finalmente possono raggiungere il loro amore. Quindi quello che in realtà interessa al compositore è una storia d’amore che possa piacere al popolo».

Il Requiem 

«Ascolteremo la musica sacra, il famoso Requiem, che è l’ultima opera da lui composta su cui ci sono delle leggende assolutamente false.

Pensiamo al film Amadeus, dove non c’è una cosa vera, tranne la musica di Mozart. C’è tutta questa storia costruita sulla rivalità con Antonio Salieri.

In realtà Mozart compose quest’opera per una persona che gliel’aveva richiesta. Ai quei tempi si amava far figurare la propria capacità musicale comprando l’opera di altri. Ma Mozart morì, quindi fece i primi tre movimenti. Poi ci fu Süssmayr, un suo successore, che probabilmente era l’amante della moglie di Mozart. (Non era Mozart che tradiva la moglie, ma il contrario).

Quest’autore terminò l’opera. Si sentono ancora alcune linee di Mozart ma mise tutta l’orchestrazione, riprese alcune armonie musicale per completare le parti che mancavano. Probabilmente nel fare quell’opera, Mozart, che doveva venderla a una persona, contemporaneamente si rendeva conto che la sua vita stava finendo quindi compose anche la liturgia per il suo funerale».

Ascolta anche: LA PAROLA SI È FATTA CARNE, NON LIBRO. I “MISTERI” DELLA VITA DI GESÙ

]]>
https://www.radiopiu.eu/mozart-18-febbraio-la-lezione-concerto/feed/ 0