Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Show attuale

Background

Famiglie: cardinale vicario, “Non temere risuoni nel cuore di tutti”

Scritto da il 21 Settembre 2019

Famiglie: ritornare alla casa di Nazareth

Sono tre le consegne lasciate ieri, nell’ultimo degli incontri di inizio anno pastorale, dal cardinale vicario, Angelo De Donatis, agli operatori pastorali impegnati nell’ascolto delle famiglie.

  • Mettersi accanto e camminare con gli altri, condividere il cammino.
  • Far capire a chi vive un momento di difficoltà e prova che si tratta solo di un momento, non di tutta la vita.
  • Non dubitare mai della misericordia di Dio.

In una parola, ritornare alla casa di Nazareth, ha spiegato il cardinale vicario citando Paolo VI. «La casa di Nazareth ci insegna il silenzio, l’attenzione alla vita interiore. Nazareth ci ricorda cos’è la famiglia: il luogo dove si è iniziati alla fede, dove si è aiutati a entrare nella vita, dove si matura, si diventa adulti, dove si è allenati a soffrire, a gioire, a combattere, a vincere, a dare la vita, a perderla». «Aiutiamo tutti a tornare alla scuola di Nazareth», è l’invito, dunque, per questo nuovo cammino pastorale.

Non temere 

Anche la famiglia di Gesù, come le nostre, è marcata dal dolore, dalla sofferenza dall’assurdo. Basti pensare, ha ricordato il cardinale vicario, «alla negazione di essere accolti, al parto in una grotta, alla fuga in Egitto…Ma qual è il grande segreto di questi genitori? Non temere. Quella parola che ha fatto sì che Giuseppe e Maria si aprissero alla famiglievolontà del Signore» nonostante i turbamenti.

Lutti, adulteri, figli che non corrispondono ai progetti dei genitori, attese disilluse che sconvolgono gli equilibri. «Anche la storia più assurda e più ambigua – ha precisato il cardinale – diventa, se vissuta con il Signore gravida di gioie e portatrice di salvezza. La Pasqua è la cifra della nostra vita. Senza la Pasqua non capiamo quello che stiamo vivendo».   

«Il Signore oggi ci dice: “Non temere il tuo dolore, l’assurdo della vita, le tue ferite, i tuoi peccati, ciò che ti spiazza e non avevi previsto. Io non sono insensibile al tuo dolore”».

Ascolta l’intervento integrale del cardinale vicario, Angelo De Donatis: 

Famiglie: le storie di vita

Come in quelli precedenti, anche al centro dell’incontro di ieri le storie di vita. Di vita famigliecomune, segnate da inquietudini, preoccupazioni, marcate da ferite, dal dolore, segnate da momenti difficili.

A fare da esempio due coppie di sposi: Lucia e Alessandro, che hanno sperimentato la condivisione della compassione; Rosa e Giulio, alla ricerca e alla scoperta di loro stessi, con la loro “morte e rinascita” come coppia.

Ascolta le loro storie:

L’incontro mondiale delle famiglie

Con l’occasione, ieri, poi, non solo la benedizione di quanti stanno per diventare genitori e dei bambini, ma anche la presentazione dell’incontro mondiale delle famiglie in programma a Roma dal 23 al 27 giugno 2021.

famiglie, gigi de paloIncentrato su «l’amore familiare: vocazione e via di santità» l’evento intende rileggere Amoris laetitia alla luce della chiamata alla santità di Gaudete et exsultate.

«È un incontro di preghiera e riflessione tra le famiglie di tutto il mondo e il Papa» ha ricordato monsignor Gianrico Ruzza vescovo ausiliare del Settore Sud e delegato della Pastorale Familiare anticipando che «ci saranno delle catechesi preparatorie».

Si tratta, ha aggiunto Gianluigi de Paolo, presidente nazionale del Forum delle associazioni familiari «di provare a ricreare lo stesso clima di coesione e di festa della Giornata mondiale della Gioventù del 2000. Un’occasione da vivere come una grande opportunità», coinvolgendo le parrocchie con il volontariato. Ma non solo. Accogliendo e aprendo le proprie case per ospitare le altre famiglie in arrivo a Roma. «L’obiettivo è quello di fare un capolavoro».

Leggi anche:

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT