Famiglia Vincenziana, i Giovedì del Leoniano

Secondo appuntamento domani, 15 febbraio, con i Giovedì del Leoniano promossi dalla Famiglia Vincenziana. Dopo il primo incontro, lo scorso 11 gennaio, con la professoressa Rosanna Virgili, che ha commentato la frase tratta dalla Prima lettera di San Giovanni apostolo: “Figlioli non amiamo a parole né con la lingua, ma con i fatti e nella verità, è la volta, de “La vocazione a seguire Gesù povero”. A parlarne, proprio all’inizio della Quaresima, monsignor Vincenzo Paglia, presidente della Pontificia Accademia per la vita e gran cancelliere del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II. L’appuntamento è sempre al Collegio Leoniano, in via Pompeo Magno 21, alle ore 18.30.

A seguire altri tre tappe: l’8 marzo, il 19 aprile e il 3 maggio.famiglia vincenziana 791x1024 - Famiglia Vincenziana: i Giovedì del Leoniano, una Chiesa per i poveri

Una Chiesa povera per i poveri 

Gli incontri, promossi dalla Famiglia Vincenzina, sono aperti a tutti. Obiettivo è quello di camminare verso una Chiesa povera per i poveri in sintonia con quanto affermato da Papa Francesco proprio alcuni giorni dopo la sua elezione “Come vorrei una Chiesa povera e per i poveri!”. Ma anche in linea con il carisma vincenziano di cui la Famiglia Vincenziana mondiale ha festeggiato i 400 anni dalla fondazione.

Così sono ancora i poveri al centro delle riflessioni in programma nei prossimi mesi. A intervenire nell’appuntamento di marzo il cardinale Gianfranco Ravasi. Il  presidente del Pontificio Consiglio per la cultura commenterà “Questo povero grida e il Signore lo ascolta” (Sal 33 34). Nell’incontro successivo, invece, monsignor Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la nuova evangelizzazione, discuterà su “Se volete onorare il corpo di Cristo, non disdegnatelo quando è nudo” (Giovanni Crisostomo). A concludere, a maggio, il professor Luigino Bruni, docente alla Lumsa, con “Il Padre Nostro, la preghiera dei poveri”.