Esercizi ignaziani. Una tre giorni formativa alla Chiesa del Gesù

0
123
esercizi spirituali

Tre giorni formativi sugli esercizi spirituali di S.Ignazio di Loyola presso la Chiesa del Gesù.

Si sono svolti nel pomeriggio di lunedì 6, martedì’ 7 e mercoledì 8 novembre, gli incontri formativi promossi per il quarto anno consecutivo dall’Associazione Chiesa del Gesù di Roma onlus in collaborazione con la rettoria della Chiesa del Gesù, presso i locali della rettoria in via degli Astalli.

Il ciclo di studi, intitolato “Il Vessillo del Re”, presentava un programma intenso di approfondimento dell’esegesi del testo degli Esercizi Ignaziani con un taglio biblico, grazie all’aiuto di numerosi esperti.

«Questo titolo per individuare l’argomento preciso dell’itinerario del mese ignaziano che intendiamo trattare-. Spiega ai nostri microfoni padre Daniele Libanori, presidente dell’Associazione Chiesa del Gesù di Roma onlus – ed “Il Vessillo del Re” perché è il titolo che S. Ignazio stesso dà al primo esercizio del quarto giorno della seconda settimana degli esercizi ignaziani».

Prosegui ascoltando cosa ci ha raccontato padre Libanori nell’intervista realizzata da Francesca Baldini ed andata in onda nella rubrica In Diocesi, mercoledì 8 novembre. 

 

Un momento della conferenza

Il percorso formativo ha mirato a spiegare la complessità della dimensione antropologica, toccando gli argomenti che tratta sant’Ignazio nel percorso biblico. Un percorso nato come aggiornamento interno che ha nel tempo rivelato la ricchezza della proposta da poter condividere anche con i tanti, amici della Compagnia del Gesù o coloro che vogliono esplorare il vissuto degli esercizi.

Da qui l’idea di apertura anche ad altri, ma «bisogna ricordare che è un percorso abbastanza specialistico-, ribadisce padre Libanori – coloro che vengono a proporre le lezioni sono biblisti, psicologi, teologi o specialisti del testo ignaziano, quindi non è che il curioso possa sentirsi a proprio agio, sia per la terminologia usata sia per lo sviluppo di alto profilo scientifico». Nonostante ciò la sala gremita e la varietà di pubblico, offre la percezione di un alto interesse per tematiche “serie” ed una preziosa opportunità per accrescere il personale percorso di fede.