Emergenza freddo a Roma

È emergenza freddo a Roma. Dopo la nevicata di ieri, le temperature sono scese

emergenza freddo

vertiginosamente. Questa mattina, nella Capitale, si è raggiunto il picco di -5 gradi e le massime non dovrebbero superare i 4/5 gradi. Una situazione allarmante soprattutto per quanti costretti a trascorrere la notte per strada.

Tempestivo il supporto, in queste ore, di Caritas Roma e Comunità di Sant’Egidio che stanno invitando i cittadini a segnalare le emergenze e a prestare aiuto, donando coperte e cappelli, ai senzatetto.

Caritas di Roma, 22 posti letto in più all’Ostello di via Marsala

Non solo il Piano Freddo. La Caritas di Roma informa che ogni sera saranno attive sei auto di pronto intervento del Servizio Itinerante Notturno. Altrettante, in queste notti di emergenza freddo, saranno le equipe composte da operatori e volontari disponibili a intervenire per distribuire coperte e sacchi a pelo.

Nell’Ostello “Don Luigi Di Liegro” di via Marsala sono stati attivati, inoltre, 22 posti letto in più, che si vanno ad aggiungere ai 188 già esistenti. Nelle case famiglia, si legge ancora sul sito della Caritas “saranno accolti sei nuclei mamme-bambini oltre ai 28 che abitualmente vi soggiornano”. E “in caso di neve verranno attrezzati con brandine anche gli spazi comuni dell’Ostello per arrivare a una capienza complessiva di 270 persone”.

Ma l’aiuto agli altri non è mai abbastanza. Da qui l’invito della Caritas di Roma: “Se conosci persone senza dimora isolate e in caso di pericolo, segnalale al numero 06.88815201
Se hai coperte e sacchi a pelo da donare, puoi portarli al nostro Ostello in via Marsala 109.

L’appello della Comunità di Sant’Egidio

Di fronte all’emergenza freddo anche il presidente della Comunità di Sant’Egidio, Marco Impagliazzo, ha lanciato un appello: “Non aggiungiamo al gelo anche l’indifferenza, che è il primo nemico di chi vive per strada: invitiamo tutti a prestare attenzione a chi passiamo accanto ogni giorno, nelle vie delle nostre città, senza fermarci”.

Così Sant’Egidio ha lanciato una raccolta straordinaria di coperte, cappelli di lana, sacchi a pelo ed altri generi di conforto. In particolare a Roma si possono portare ogni giorno, dalle 19 alle 20, in via Dandolo 10. “Saranno distribuiti – informa Sant’Egidio – durante le cene itineranti, che la Comunità svolge durante tutto l’anno portando bevande e pasti caldi, e che in questi giorni verranno moltiplicate”.

Sarà anche ampliata l’accoglienza notturna nella chiesa di San Callisto, a Trastevere, riaperta a chi ne ha bisogno all’inizio dell’inverno. Inoltre, chiunque lo desideri può aiutare la Comunità offrendosi, come volontario.

Su www.santegidio.org è possibile poi reperire gli indirizzi per portare aiuti e partecipare alle distribuzioni a Roma e in Italia. 

1 commento

  1. […] Nel pomeriggio, in piazza Santa Maria in Trastevere, il Pontefice rivolgerà un discorso alla Comunità di Sant’Egidio nel suo complesso e celebrerà una Liturgia della Parola. Nel corso della visita il Santo Padre avrà l’occasione di incontrare il fondatore Andrea Riccardi con rappresentanze di diverse città d’Italia e del mondo, giovani e poveri amici della Comunità, tra cui i profughi arrivati con i corridoi umanitari, anziani, bambini delle “Scuole della Pace”, persone con disabilità dei laboratori d’arte, senza dimora accolti in questi giorni di freddo. […]