venerdì , 15 dicembre 2017
Don Luigi Di Liegro

Don Luigi Di Liegro, De Donatis: “Il dono della sua vita ancora presente”

Don Luigi Di Liegro, la messa a venti anni dalla sua morte

Monsignor Angelo De Donatis, vicario del Papa per la diocesi di Roma, ha celebrato ieri la messa, ai Santi XII Apostoli, in memoria di don Luigi Di Liegro, nel ventesimo anniversario della sua morte. Ad ascoltare le parole dell’arcivescovo, diverse persone che hanno collaborato con don Di Liegro. A concelebrare anche mons. Guerino di Tora, presidente della Fondazione Migrantes e tra i suoi successori nella guida della Caritas di Roma.

Con l’occasione, anche Papa Francesco ha ricordato il fondatore della Caritas di Roma. Le sue parole in un telegramma inviato al presidente della Fondazione internazionale a lui dedicata, padre Sandro Barlone.

Don Luigi Di Liegro

Don Luigi Di Liegro, una vita luminosa

“L’esperienza di don Luigi continua a trasmettere appelli d’amore a tutti noi. E continua a farci vivere la dimensione dell’amore che ha testimoniato”. A dichiaralo mons. Angelo De Donatis durante l’omelia della Messa in memoria di don Luigi Di Liegro.

“A vent’anni della sua morte”, ha spiegato l’arcivescovo, “non riusciamo a fare una commemorazione. Ma percepiamo il dono della sua vita ancora presente, una vita luminosa davanti la diocesi di Roma in cui ha operato e si è identificato”. 

“Don Luigi”, ha aggiunto, “è stato un uomo contemporaneo, voce del nostro tempo. Uno dei preti romani che hanno sofferto con la loro gente in quella periferia che si andava formando negli anni di crisi del dopoguerra”.

Monsignor De Donatis ha poi ricordato due date fondamentali nella vita di don Luigi: l’11 e il 12 ottobre. “L’11 ottobre del ‘62 – ha precisato– si apriva il Concilio vaticano II. Quella data riassume bene la vita di don Luigi, uomo accogliente dell’appello ad asciugare le lacrime. A fare qualcosa, a entrare nella tristezza e nell’amarezza della vita altrui con lo spirito del Samaritano. Così alla luce del 12 ottobre può consegnare la sua vita al Signore risorto”.

Il messaggio di Papa Francesco

“L’esperienza di vita del generoso servitore di Cristo e della Chiesa susciti una dedizione sempre più piena alla causa degli ultimi e dei poveri per essere autentici apostoli della carità”. È quanto ha detto, invece, da Papa Francesco in un telegramma, a firma del cardinal segretario di Stato Pietro Parolin, inviato al presidente della Fondazione internazionale a lui dedicata, padre Sandro Barlone.

A leggerlo durante la Messa in memoria di don  Luigi Di Liegro, monsignor Angelo De Donatis. “Il Santo Padre – prosegue il telegramma –mentre chiede di pregare a sostegno del suo universale ministero invoca la materna protezione della Vergine Maria Salus Populi Romani. E imparte di cuore all’eccellentissimo vescovo mons. Angelo De Donatis, a lei, presidente della Fondazione, ai componenti e a quanti sono riuniti attorno alla mensa della Parola e del Pane di vita l’implorata benedizione apostolica. Estendendola volentieri alla signora Luigina (nipote di don Di Liegro ndr), ai familiari del defunto e a quanti sono convenuti a questa celebrazione”.

Check Also

Natale di Carità. Le iniziative di solidarietà durante le feste

Natale di Carità Non solo il Natale Solidale in libreria. Ma anche il Natale di …

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X