Don Andrea Santoro, Sandri: “Ha acceso fuoco della parola di Dio”

Credente, pastore è testimone del Vangelo. Era questo don Andrea Santoro ucciso in Turchia nel febbraio del 2006. A tracciarne un profilo il cardinale Leonardo Sandri, Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, durante la celebrazione eucaristica nella Basilica di Santa Croce di Gerusalemme a conclusione delle iniziative indette nel X anniversario della morte di don Andrea.

“Quanto è accaduto quel 5 febbraio di dieci anni fa nella chiesa di Trabzon ha commosso e ferito ben al di là dei confini della diocesi di Roma e del vicariato di Anatolia in Turchia, ma è una ferita da cui sta germogliando bene spirituale per molti”, ha affermato il cardinale Sandri spiegando che proprio su questi segni dello Spirito la Chiesa di Roma “è chiamata a interrogarsi e riflettere, ma ciascuno di noi deve alimentare la fiammella accesa nel cuore dal Signore anche grazie al sacrificio di don Andrea Santoro.

Nella sua omelia, Sandri ha sottolineato che don Andrea Santoro “ha saputo accendere il fuoco della Parola di Dio e della carità nelle comunità che ha guidato, ma ha voluto ripercorrere a ritroso la via delle scintille apostoliche che ci hanno portato il Vangelo, recandosi lui stesso, come sacerdote fidei donum di questa diocesi, in Oriente”. Dopo aver vissuto il quotidiano nelle parrocchie di Roma don Andrea, infatti, ha aiutato tanti a sapersi mettere in ascolto della voce di Dio.

Il cardinale si è poi soffermato sulla necessità di essere consapevoli, così come lo era don Andrea Santoro che nella sua Bibbia conservava un piccolo esorcismo contro Satana e gli angeli ribelli scritto da Leone XIII, dell’esistenza “del male e delle tenebre che possono avvolgere la vita dell’uomo”.

Check Also

Nomina Seminario Romano

Diocesi di Roma: le nomine in Vicariato e al Seminario Romano

Diocesi di Roma. Il vicario generale dei Piccoli Fratelli di Jesus Caritas, fratel Gabriele Faraghini, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X