Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Radiopiù Notizie

12:00 12:03

Show attuale

Radiopiù Notizie

12:00 12:03

Background

Diocesi di Roma, anno pastorale 2020-2021: il Respiro di Dio e la relazione

Scritto da il 24 Giugno 2020

Diocesi di Roma: i vespri nella Solennità di San Giovanni Battista

Seduti, a un metro di distanza, nel cortile del palazzo Lateranense, i parroci prefetti e un rappresentante laico per parrocchia. diocesi di roma, de donatis, anno pastorale 20-21Dall’altra parte dello schermo, le famiglie, i catechisti, i gruppi della Diocesi di Roma. Insieme, chi dal vivo e chi da casa, collegato in diretta streaming, per assistere, nella solennità di Giovanni Battista, alla celebrazione dei secondi Vespri durante la quale il cardinale vicario, Angelo De Donatis, ha consegnato gli orientamenti pastorali per il nuovo anno.

«È bello ritrovarci questa sera per dire grazie al Signore che ci ha guidato e sostenuto in questi mesi», ha esordito ricordando il difficile periodo, trascorso anche dalla Diocesi di Roma, a causa della pandemia da Coronavirus. «Pur nella tempesta, la barca di Pietro non è affondata. Siamo qui per continuare il nostro esodo arricchito da tutto questo tempo in cui lo Spirito ci ha ricondotto all’essenziale. Non è una ripartenza da “dove eravamo rimasti”,  perché questo periodo non è stato una “parentesi”, ma un tempo in cui siamo “stati arati”, come un terreno che accoglie i doni di Dio. Lo Spirito – ha sottolineato il cardinale – ci ha donato l’opportunità di vivere un kairòs, un momento opportuno e favorevole, una nuova partenza, come avvenne per gli Israeliti e le loro famiglie nella notte della fuga dall’Egitto».

 

Diocesi di Roma: De Donatis, “Confidare nel Respiro di Dio”

«Collaborare per realizzare cose nuove con coraggio» e «valorizzare le famiglie come soggetto attivo dell’evangelizzazione» rimangono dunque tra gli obiettivi per il 2020-2021.

«L’attenzione del cammino diocesano del prossimo anno pastorale – ha specificato De Donatis – è posta sull’entrare in relazione ancora di più con le persone che abitano i nostri quartieri e ascoltare con un cuore contemplativo le loro storie di vita. Dalla pandemia del coronavirus, questo impegno ne esce rafforzato e non indebolito».

«Per usare un’immagine di questo periodo, sono convinto che siamo chiamati a lasciare una volta per tutte la tentazione di restare attaccati al respiratore artificiale, invece di confidare nel Respiro di Dio». Non è sufficiente quindi che una  diocesi di roma, de donatisparrocchia, una comunità tenga in vita le tradizionali attività, se non si ripensa all’evangelizzazione di giovani e adulti.

Occorre infatti«ripartire da Dio, dalla lettura della Sua Parola, dalla consapevolezza che il Signore ha interesse per me, desidera entrare “in relazione” con me e vuole che io lo sia con gli altri».

 

Diocesi di Roma: uscire, incontrarci, abbracciarci 

In questo periodo, ha ricordato ancora il cardinale vicario, sono cresciuti in noi soprattutto tre desideri: uscire, incontrarci e abbracciarci.

Desideri comuni a tutti perché siamo fatti ad immagine di Dio-Trinità. «Proprio perché Dio è mistero di unità e comunione, nella diversità delle persone, non possiamo essere felici se non nell’uscire da noi stessi, per relazionarci con gli altri, in un rapporto che è respiro di Vita e fecondità nell’Amore. Si tratta di vivere veramente “un’estasi”. Creati ad immagine e somiglianza di Dio, noi uomini non giungiamo a compimento, non ci realizziamo, se non in un movimento d’amore di uscita da noi stessi, per incontrare l’altro e vivere la comunione con lui. Siamo chiamati a vivere questo in famiglia, in parrocchia e nei nostri quartieri».

L’impegno per il prossimo anno pastorale è quindi innanzitutto sul territorio, grazie anche alla mediazione delle équipe pastorali, verso le famiglie, verso i giovani, verso gli anziani e gli ammalati e i più fragili.

Nell’attesa di incontrare a settembre Papa Francesco, che «aiuterà ad approfondire ed illuminare ulteriormente queste prospettive pastorali», il cardinale ha invitato a «organizzare un ritiro personale o in piccoli gruppi durante l’estate». Tra i testi consigliati per la lettura alcuni brani di Evangelii Gaudium, la lettera di Papa Francesco indirizzata alle Pontificie Opere Missionarie del 21maggio 2020, il libro intervista del Papa con Gianni Valente “Senza di me non potete far nulla”.

L’intervento integrale del cardinale vicario: gli orientamenti pastorali per il nuovo anno


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT