Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Luceverde

15:33 15:34

Show attuale

Luceverde

15:33 15:34

Background

Diocesi di Roma: dal 18 maggio Messe con il popolo

Scritto da il 7 Maggio 2020

Diocesi di Roma: ritornano le celebrazioni con i fedeli

Da lunedì 18 maggio riprenderanno, nelle chiese di Italia, dunque anche nella Diocesi di Roma, le celebrazioni con il popolo. Proprio questa mattina, infatti, dopo giorni di attesa, è stato firmato a Palazzo Chigi il protocollo frutto di una collaborazione fra il Governo, il Comitato Tecnico-Scientifico e la CEI.

diocesi di roma, messa, chiesaDiverse però le misure da osservare nel rispetto della normativa sanitaria disposta per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da  SARS-CoV-2. In primis la distanza di sicurezza (almeno un metro e mezzo) e l’utilizzo della mascherina. Sospesi ancora, poi, lo scambio della pace e la raccolta di offerte durante la celebrazione (si potrà fare attraverso gli appositi contenitori collocati agli ingressi  – dove saranno tra l’altro resi disponibili liquidi igienizzanti – o in altri luoghi ritenuti idonei). Anche le acquasantiere dovranno rimanere vuote.

Ma soprattutto non è consentito l’accesso a chi ha sintomi influenzali e presenti una temperatura pari o superiore ai 37,5°.

Stesse regole per i Battesimi, Matrimoni, unzione degli infermi, esequie e il sacramento della Penitenza. Questo in particolare dovrà essere amministrato in luoghi ampi e aerati che consentano a loro volta il pieno rispetto delle misure di distanziamento e la riservatezza richiesta dal sacramento stesso.

Il testo integrale con le indicazioni del Ministero dell’Interno

La Conferenza Episcopale italiana rende noto che nel predisporre il testo, firmato dal Presidente della CEI, Cardinale Gualtiero Bassetti, dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e dal Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, si è puntato «a unire  le esigenze di tutela della salute pubblica con indicazioni accessibili e fruibili da ogni comunità ecclesiale».

«Le misure di sicurezza previste – ha sottolineato in particolare il presidente Conte – esprimono i contenuti e le modalità più idonee per assicurare che la ripresa delle celebrazioni liturgiche con il popolo avvenga nella maniera più sicura. Ringrazio la CEI per il sostegno morale e materiale che sta dando all’intera collettività nazionale in questo momento difficile per il Paese».

Fin dall’inizio, ha concluso poi il ministro Lamorgese, «abbiamo lavorato per giungere a questo protocollo: il lavoro fatto insieme ha dato un ottimo risultato. Analogo impegno abbiamo assunto anche con le altre confessioni religiose».


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT