Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Lodi

06:05 06:31

Show attuale

Lodi

06:05 06:31

Background

Comunità di Sant’Egidio, “Guida Michelin”: è allarme povertà

Scritto da il 23 Dicembre 2015

Il presidente della Comunità di Sant’Egidio, Marco Impagliazzo presentando ieri Dove mangiare, dormire, lavarsi, la “Guida Michelin dei poveri” , giunta alla sua 26ª edizione, ha illustrato un quadro piuttosto allarmante: i senza fissa dimora, 47.648 nel 2011, secondo i dati Istat, hanno superato quest’anno nel nostro Paese la quota di 50mila. Non solo immigrati e clandestini ma anche italiani che hanno perso il lavoro o che sono separati. La guida, con oltre 600 indirizzi, ha l’obiettivo quindi di fornire informazioni aggiornate su servizi medici, luoghi dove poter trovare un pasto o un letto.

“È l’isolamento sociale la prima causa che determina la povertà e che porta tanti, anche giovani, a vivere per strada” ha spiegato Impagliazzo sottolineando la necessità di una maggiore inclusione per proteggere le persone più vulnerabili e a rischio di povertà: “All’inizio del Giubileo -ha detto- occorre sottolineare che la misericordia significa oggi anche ricostruire tante reti sociali che si sono rotte o frammentate”. Colpisce, ha inoltre fatto presente, “che il 78 per cento delle persone che si trovano in strada oggi sia solo e provenga in gran parte da storie di isolamento legate principalmente alle separazioni: se viene meno la famiglia, grande motore del welfare italiano, ci si ritrova in difficoltà e più facilmente in povertà”.

Preoccupante la situazione a Roma. Sono  7.700 le persone che vivono per strada di cui solo 2.500 circa hanno la possibilità di dormire al riparo la maggior parte delle volte in alloggi di fortuna. A causa di Mafia Capitale, poi, che ha rallentato o bloccato alcuni appalti per la gestione dell’accoglienza notturna, si registrano, inoltre, 100 posti letto in meno. Sono in aumento, però, forse anche grazie ai messaggi lanciati dal Papa a proposito di accoglienza, le opere di volontariato nella nostra città. Con il Piano di emergenza freddo, infatti, sono pronti a Roma 2.300 posti tra parrocchie, associazioni di volontariato, centri convenzionati.

E per il pranzo di Natale organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio, lanciato in rete con l’hashtag #MercyChristmas, si stima la presenza di almeno 20mila romani a servizio di 18mila ospiti tra cui anziani bambini e rifugiati.

 

 

 

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT