Comunicazione globale per sordi, il nuovo servizio multimediale di Roma Capitale

0
66

Una piattaforma web e un’app dedicata. È in arrivo Cgs, la Comunicazione globale per sordi, il nuovo servizio di multimediale che consente di abbattere le barriere di comunicazione. Finanziato da Roma Capitale e realizzato dalla Cooperativa sociale “Segni di Integrazione”, può essere usato da i cittadini sordi per comunicare con gli altri. È gratuito per coloro che sono residenti a Roma.

La Comunicazione globale per sordi: come funziona

La persona interessata, dopo la registrazione, può comunicare scegliendo lo strumento più idoneo alle proprie esigenze. Si può utilizzare in diversi modi: Sms, WhatsApp, DTS, Chat, Email tramite computer, tablet o smartphone. Il servizio è implementato con il   nuovo sistema di video-interpretariato ITA-LIS. Più veloce e immediato quindi anche il rapporto con l’amministrazione pubblica. Diventa così più facile, per i non udenti, richiedere informazioni e servizi, comunicare con uffici e scuole, prenotare visite mediche.

Questi i servizi che si possono scegliere:

– Relay Service (RS), un “servizio ponte” adatto a tutti i sordi: tramite  Sms, WhatsApp, DTS, Chat, Email si può comunicare con l’interprete che chiama l’udente richiesto.

 Video Relay Service (VRS): un “servizio ponte telefonico” dedicato ai sordi che usano la LIS. La persona sorda può attivare una comunicazione video con l’interprete che, a sua volta, telefona al numero richiesto. Il cittadino può quindi segnare in LIS e l’interprete traduce, via telefono, dalla LIS all’italiano e viceversa.

Video Remote Interpreting (VRI): un servizio di video-interpretariato su prenotazione. Questo servizio permette ai cittadini sordi di avere un interprete a disposizione direttamente dal cellulare, tablet oppure pc e sostenere colloqui di trattativa a distanza (es. uffici pubblici, visite mediche, colloqui scolastici, ecc.).