Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Non stop Music

22:25 23:59

Show attuale

Non stop Music

22:25 23:59

Background

Clima e conflitti. Presentato il libro “Effetto serra, effetto guerra”

Scritto da il 22 Novembre 2017

Presentato il libro “Effetto serra, effetto guerra” che analizza il legame tra i cambiamenti del clima e i conflitti mondiali.

 

Uno degli Autori Grammenos Mastrojeni

Una sala gremita per la presentazione del libro “Effetto serra, effetto guerra. Clima, conflitti, migrazioni: l’Italia in prima linea” di Grammenos Mastrojeni e Antonello Pasini, presentato martedì 21 novembre presso la Libreria IBS di via Nazionale a Roma.

L’evento, che rientra nell’iniziativa “Raccontiamoci un libro”, promossa dal Servizio Pace e Mondialità di Caritas di Roma ha visto protagonista uno dei due autori, il diplomatico ed esperto di cambiamenti climatici Grammenos Mastrojeni, in dialogo con l’economista e redattore di Comune-Info, Riccardo Troisi.

 

Ascolta l’intervista realizzata con il responsabile del Servizio Pace e Mondialità della Caritas diocesana,  Oliviero Bettinelli, per la rubrica In Diocesi andata in onda martedì 21 novembre. 

Il Libro

Il libro, pubblicato per Chiarelettere edizioni, mira a delineare la concatenazione tra cambiamenti climatici, conflitti e migrazioni. Gli autori sostengono che non possiamo sottovalutare il cambio del clima e di come questo sia legato all’aumento della povertà di intere popolazioni, esposte più facilmente ai richiami del terrorismo e del fanatismo. Ovviamente questi cambiamenti hanno ripercussioni sulle ondate migratorie e di questo il nostro paese ne è consapevole. Per questo un climatologo e un diplomatico – così lontani, così vicini – hanno preso la penna giungendo alle stesse conclusioni: se abbandoniamo i più poveri da soli alle prese col cambiamento climatico, non solo facciamo finta di non capire ciò che ci insegnano la moderna scienza del clima e l’analisi geopolitica – che siamo tutti sulla stessa barca e che i problemi sono interconnessi e hanno una dinamica globale -, ma lasciamo anche crescere un bubbone di conflittualità che prima o poi raggiungerà pure noi; i primi migranti del clima lo sanno bene. Prendere coscienza dei rischi di un clima impazzito può favorire un’operazione di pace, integrazione e giustizia di portata inedita.

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT