Cioccolate solidali, Caritas: un “dolce” pensiero per i poveri di Roma

0

Cioccolate solidali: “Oggi offro io”

Anche per questo inverno la Caritas di Roma propone l’iniziativa delle cioccolate solidali.

cioccolate solidali 300x182 - Cioccolate solidali, Caritas: un "dolce" pensiero per i poveri di RomaA fronte di una spesa minima di 3.50 euro, ogni cittadino potrà acquistare una tavoletta di cioccolato: il ricavato servirà ad aiutare i poveri di Roma. Si tratta dunque“un dolce pensiero per tutti, un gesto di solidarietà da condividere con amici, parenti e conoscenti”.

“Sono circa 12.000 a Roma le persone senza fissa dimora che oltre a dormire, ogni anno hanno bisogno di mangiare”, ricorda la Caritas di Roma che eroga ogni anno 400mila pasti. Sono per lo più di anziani soli e giovani fragili, disoccupati, famiglie povere. “È un’emergenza continua e il fenomeno è in forte aumento, soprattutto tra gli italiani”.

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:

Ufficio Fondi e Donazioni – Caritas di Roma
Tel.: 06.88815120
E-mail: [email protected]

Persone senza dimora. Le sfide di un sistema integrato

 

“Persone senza dimora. Le sfide di un sistema integrato” è il dossier presentato proprio qualche giorno fa  dalla Caritas di Roma.

A emergere è “l’assenza di politiche che sappiano mettere al centro i differenti bisogni delle persone in povertà estrema, prevedendo, oltre a interventi per i bisogni alloggiativi, anche azioni in ambito lavorativo, formativo, di riqualificazione professionale, di tutoraggio nella relazione con le istituzioni, di mediazione territoriale e di educativa di strada”.

Ma non solo. Le politiche attuali di contrasto alla povertà sono indirizzate indistintamente a tutti i poveri assoluti senza considerare se misure e interventi previsti, siano accessibili anche da parte di chi vive una condizione di forte deprivazione materiale, relazionale e psicologica.

Obiettivo è dunque quello di arrivare a comprendere non solo i bisogni ma soprattutto di risorse e potenzialità di cui ogni persona senza dimora è portatrice.

“Una proposta operativa e di riflessione – ha spiegato don Benoni Ambarus, direttore della Caritas di Roma – che riprende le fila del discorso per andare oltre, considerando la situazione attuale, il cambiamento del fenomeno delle povertà e della città tutta”.