Ciclovia a Roma, firmato il protocollo per Gra delle biciclette

1
106

Firmato dal  ministro Graziano Del Rio e la sindaca Virginia Raggi il protocollo per la realizzazione della ciclovia a Roma. Il GRAB (Grande Raccordo Anulare delle Biciclette) sarà lungo 44 chilometri dal centro all’Appia Antica passerà per diversi quartieri e per i maggiori siti d’interesse storico-artistico-archeologico. La ciclovia correrà interamente in piano: per 30,5 chilometri lungo vie pedonali e ciclabili, per altri 6 chilometri su strade poco trafficate e per il resto su strade a traffico intenso, dove però il tracciato ciclabile sarà adeguatamente protetto.

Si tratta di “un fondamentale progetto di mobilità ‘dolce’ e sostenibile, che punta a ricucire centro e periferie”, ha dichiarato la Raggi.Una green way unica e irriproducibile, un anello off limits ad auto e moto dove si potrà pedalare in sicurezza dal Colosseo all’Appia Antica, da San Pietro a Galleria Borghese, dall’Auditorium a Trastevere passando per il Lungotevere, gli acquedotti di epoca imperiale e le periferie colorate dalla street art. Un percorso attraverso il patrimonio archeologico e ambientale” che diverrà così “godibile in sella alle due ruote”. E ancora, un progetto “condiviso con le associazioni ciclistiche e ambientali, fatto con i cittadini per i cittadini, esempio virtuoso di collaborazione tra istituzioni. Un tassello, infine, di una più ampia strategia per superare carenze e problemi del trasporto romano; strategia che, all’insegna della mobilità sostenibile, include un nuovo impulso al bike sharing, sistema sul quale – ha detto Raggi – il Campidoglio è al lavoro”.

Dello stesso parere anche il ministro Graziano Delrio: il Grab “può diventare la pista ciclabile più bella del mondo perché Roma è tra le città più belle e il progetto attraversa tutta la nostra storia. Ideato da VeloLove il Grab, per le sue location monumentali e paesaggistiche, avrà una forte attrattiva per i cittadini e per i visitatori e può essere realizzato in tempi rapidi, grazie a un’opera di riqualificazione e ricucitura dei tratti esistenti”. Si tratterà poi, per Delrio, di “innescare una catena virtuosa di scelte e comportamenti per dare più spazio, nell’Urbe, alla mobilità ciclabile”. Il Grab sarà il primo segmento a venir realizzato della grande “dorsale ciclabile” italiana: fino a 1.500 chilometri lungo otto regioni. Un mega-progetto che tiene conto anche delle ricadute economiche: in Europa, ha ricordato il Ministro, il cicloturismo vale 40 miliardi.

 

 

1 commento