Chiesa del Gesù: In relazione ed eterno ritorno, al via la rassegna cinematografica

Chiesa del Gesù, gli incontri cinematografici

Appuntamento con il cinema, a partire da domani, alla Chiesa del Gesù, con una rassegna a cura di Silvio Grasselli. Due i grandi filoni che saranno trattati, l’uno di sabato e l’altro di domenica, nell’arco di nove mesi: In relazione e L’eterno ritorno. Obiettivo è quello di analizzare, attraverso l’arte cinematografica, il graduale cambiamento sul piano spirituale, culturale, politico dell’uomo e delle relazioni nel corso del tempo fino all’era dei social network. 

I film saranno proiettati a partire dalle ore 16.30 nella sala grande della sacrestia.

Il programma

Ciclo del sabato – In relazione. Primo appuntamento sabato 21 ottobre con I fidanzati, film di Ermanno Olmi del 1963. Secondo incontro il 25 novembre con Silence di Martin Scorsese (2016). Il 16 dicembre, invece, sarà proiettato Sms save my soul, film di Paolo Curzi del 2012.

Cinque gli appuntamenti in programma per il 2018. Si comincia il 20 gennaio con Me and You and Everyone you know di July (2005). Tappa successiva,  il 10 febbraio, con Her di S.Jonze (2013). Si prosegue il 21 aprile con un film del 2012: The sessions di B.Lewin. Il 19 maggio, invece, è la volta di Se scappi ti cancello di M. Gondry (2004). Ultimo appuntamento del ciclo il 16 giugno con Catfish, di A. Shulman e H Joost (2010).

Ciclo della domenica – L’eterno ritorno.  Ad aprire il ciclo della domenica, La strada verso casa di Zhang Yimou, (Cina, 1999) il 25 febbraio 2018.  Secondo appuntamento il 4 marzo con Primavera, estate, autunno, inverno…e ancora primavera, film Kim Ki Duk (Corea del Sud, Germania, 2003). L’incontro successivo è fissato per l’11 marzo. Ad essere proiettato, Lola di Brillante Mendoza (Filippine, 2009). Ultimo film della rassegna, il 18 marzo, Departures, di Yojiro Takita (Giappone, 2008).

 

Check Also

San Giulio, il presepe vivente ‘Venite Adoremus’ a Porta Asinara

Il presepe vivente “Venite Adoremus” Il parco archeologico a Porta Asinara come Betlemme di duemila …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X