Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Buongiorno radio

06:30 06:55

Show attuale

Buongiorno radio

06:30 06:55

Background

Caritas Roma, Rapporto 2018: la Capitale sempre più povera

Scritto da il 16 Gennaio 2019

Caritas Roma, povertà in crescita nel 2018

Roma è sempre più povera. Non solo disoccupazione e disparità di reddito ma anche “barbonismo domestico” a cui si unisce, soprattutto nel caso di persone anziane, la solitudine, l’abuso di farmaci e il disagio mentale. In crescita, su tutto il territorio nazionale, anche le dipendenze dall’alcol, droga e gioco d’azzardo. È quanto emerge dal Rapporto 2018 “Povertà a Roma: un punto di vista” che Caritas Roma ha presentato, ieri, 15 gennaio ala Cittadella della Carità.

Le 180 pagine, corredate di foto e infografica, “mettono in luce un mondo nascosto ai più ma ben noto ai migliaia di volontari” che quotidianamente svolgono attività nei 145 centri d’ascolto parrocchiali (come quello di San Martino I Papa – l’intervista al parroco) e nei tre diocesani.

Alcuni dati

Solo l’1,8% dei contribuenti a Roma ha un reddito oltre i 100.000 euro. Il 51,3%, invece, ha un reddito fino a 15.000euro. Inoltre, sono 125.221 le famiglie con minori e
con un reddito fino a 25.000euro.

Oltre 21mila, poi, le persone che nel corso del 2017 si sono rivolti ai Centri d’ascolto della Rete Caritas diocesana di cui 15.046 ai quelli diocesani e 6.103 a quelli parrocchiali.

Di questi ultimi il 61,3% ha chiesto un sostegno per pagare la locazione abitativa, quasi il 60% degli utenti è invece in cerca di un lavoro. A tal proposito, si legge nel rapporto: “la perdita del lavoro è una vicenda esistenziale forte che ha un impatto psicologico molto significativo, sul nucleo familiare e sull’individuo, specie se si è capofamiglia: è l’identità, la dignità della
persona che viene posta in discussione, come è stato sottolineato più volte da Papa Francesco, sia nella società sia nel nucleo familiare”.

Nei Cda diocesani (dove è più forte l’affluenza degli immigrati), la situazione risulta ancora più drammatica. Se il 14,4% gode di una qualche forma di reddito, circa il 72% non beneficia di alcuna entrata. Inoltre, il 63,9% ha una sistemazione alloggiativa “in aiuto” e solo il 32,8% riesce a pagare l’affitto (e di questi solo il 33,3% ha un affitto regolare).

 

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT