Cantate Inni con Arte, il 25 aprile termine ultimo per iscriversi

Manca poco più di un mese alla serata finale della seconda edizione di Cantate Inni con Arte, il Festival di musica liturgica, dedicato ai cori parrocchiali della diocesi di Roma e delle diocesi suburbicarie, organizzato da Radiopiu. L’appuntamento è per il prossimo 20 maggio alla parrocchia di San Giovanni Battista de La Salle.

Per partecipare ogni coro dovrà inviare, via email, alla nostra redazione la scheda di adesione e un brano, edito o inedito, (qui tutte le info utilientro e non oltre il prossimo 25 aprileTra le novità di quest’anno, oltre alle targhe premio, c’è in cantiere l’eventualità di incidere un cd con una nota casa discografica che si potrebbe impegnare a diffonderlo in tutta Italia. 

La serata finale e la giuria

Anche quest’anno, dopo il grande successo di pubblico della scorsa edizione, ci si aspetta una festa di famiglia tra musica e spiritualità.

Sarà inoltre un’occasione per esibirsi, in un clima di serenità e di condivisione, al cospetto di esperti. A presiedere, ancora una volta, la giuria, composta da Alvaro Vatri, presidente dell’Associazione cori del Lazio e Francesco d’Alfonso, critico musicale, dell’Ufficio per la Cultura e Università della Diocesi di Roma, monsignor Marco Frisina.

“C’è una gioia, una luce, una bellezza che esce fuori dai vostri sguardi mentre cantate. Voi non vi accorgete, ma il cuore traspare. Cantare la Parola di Dio lascia nel cuore di chi lo fa, una grande ricchezza”. Queste le parole del direttore del Coro della Diocesi di Roma durante la serata finale della scorsa edizione del Festival che, il prossimo 20 maggio, sarà affiancato anche da Carlo Donadio.

Anche il direttore d’orchestra del Teatro dell’Opera di Roma ha ricordato ai microfoni di Radiopiu, la “grande partecipazione”, le “composizioni originali” e il “gran fermento” dello scorso anno.

Ecco le sue dichiarazioni e i suoi suggerimenti, in vista della serata finale, rilasciati in un’intervista alla giornalista Francesca Baldini: