Cantate Inni con Arte, il gran finale

Che sia in latino e con l’organo, o con armonie più contemporanee, “il popolo di Dio ha il diritto e il dovere di cantare”. È tornato a ribadirlo, monsignor Marco Frisina, direttore del Coro della Diocesi di Roma, che, ieri sera, per il secondo anno consecutivo ha presieduto la giuria nella serata finale di Cantate Inni con Arte, il festival romano di musica liturgica, organizzato da Radiopiù.

Per cui diamoci da fare con tutta la forza che possiamo”. Ma anche con l’entusiasmo, che non è di certo mancato agli undici cori (tra cui uno fuori concorso, vincitore della sfida on line, il Piccolo Coro delle Dolci Note diretto da Alessandro Bellomaria) che hanno preso parte al gran finale nella parrocchia di San Giovanni Battista de La Salle.

La classifica

A stilare la classifica dei cori in gara, la giuria composta, oltre che da monsignor Frisina, da Alvaro Vatri, presidente dell’Associazione Cori del Lazio, Francesco d’Alfonso, critico musicale, del Servizio per la Cultura e l’Università del Vicariato di Roma, e da Carlo Donadio, direttore d’orchestra del Teatro dell’Opera di roma.

cantate inni con arte 218x300 - Cantate Inni con Arte, Gaudete Chorus e Decima Quinta i vincitori della seconda edizione
Il Gaudete Chorus diretto da Vera Raciti

Al primo posto, con 30 punti, per la categoria editi, il Gaudete Chorus della Chiesa delle Santissime Stimmate di San Francesco che ha scelto di partecipare a Cantate Inni con Arte con il brano Madre fiducia nostra. Una vittoria del tutto inaspettata da parte del coro alla sua prima esperienza extraliturgica. Al secondo posto, con un distacco di poco meno di un punto (29,75), il coro della parrocchia di San Lorenzo Martire di Zagarolo. Composto per lo più da ragazzi, ha interpretato il brano Jesus Christ you are my life, inno della Giornata Mondiale della Gioventù del 2000.

A seguire, in ordine di punteggio, il coro di San Cleto, con Panis Angelicus (27,75), il coro di San Filippo Neri con il brano Io sarò con te (27,75) e il coro San Fedele Harmonia con Cerco il volto tuo Signore (26).

cantate inni con arte 1 300x200 - Cantate Inni con Arte, Gaudete Chorus e Decima Quinta i vincitori della seconda edizione
Il coro Decima Quinta diretto da Claudio Silvestri

Primo posto per gli inediti al Coro Decima Quinta della parrocchia di San Gaspare del Bufalo. È 33,25 il punteggio assegnato al brano Gerusalemme. Sotto di un punto (32,25) il Coro itinerante di Corviale che ha cantato Che posso darti Signore. Al terzo posto il coro di Santa Monica con Cantate Domino (31,50).

A seguire quello della Rettoria di San Stanislao (29,75) con Victor sub Gladio e il coro “Giuliano Berti” della parrocchia del Santissimo Redentore in Val Melaina che ha eseguito il brano Gaudeamus omnes in Domino (27,75).

La prossima edizione il 21 settembre 2019

Anche quest’anno un grande successo di pubblico per Cantate Inni con Arte. I cori si sono impegnati molto, sia quelli che hanno scelto di partecipare con un brano edito sia quelli che hanno concorso per la categoria “inediti”. “Hanno presentato dei brani interessanti nuovi e originali”, parola di monsignor Marco Frisina. “Un segno positivo. Il significato di questo Festival è quello di stimolare nelle parrocchie una creatività liturgica di qualità e soprattutto la formazione di cori che con serietà si impegnano nell’animazione”, ha aggiunto il direttore del Coro della Diocesi di Roma.

Da qui l’impegno di Radiopiù, cercando di fare sempre meglio, di proporre un’edizione del Festival anche per il prossimo anno. L’appuntamento è per il 21 settembre 2019.