Cammino Neocatecumenale, il 50° anniversario

Papa Francesco presiederà domani, sabato 5 maggio, l’incontro internazionale in occasione del 50° anniversario del Cammino Neocatecumenale. Presente l’equipe del Cammino: Kiko Argüello, padre Mario Pezzi e Ascensión Romero. Circa 150mila i partecipanti attesi.

Il meeting si terrà nell’area universitaria di Tor Vergata in omaggio a san Giovanni Paolo II che, proprio nelle periferia romana, celebrò la Giornata Mondiale della Gioventù del 2000.

cammino neocatecumenale 300x271 - Cammino Neocatecumenale, l'incontro internazionale con il Papa a Tor VergataL’incontro con Papa Francesco inizierà alle ore 11 dopo l’introduzione dell’iniziatore del Cammino Neocatecumenale, Kiko Argüello. Il Santo Padre invierà 34 nuove missio ad gentes che, su richiesta di altrettanti vescovi, porteranno il Vangelo nelle zone secolarizzate. Ma non solo. Papa Francesco invierà anche 25 comunità delle parrocchie di Roma ad altre chiese della periferia della città per richiamare i lontani alla fede.

Durante la giornata non mancherà poi la commemorazione di Carmen Hernández, co-iniziatrice del Cammino Neocatecumenale, insieme a Kiko, morta il 19 luglio 2016. L’incontro si concluderà con il canto dell’inno Te Deum come ringraziamento per questi 50 anni.

La Comunità Neocatecumenale

La Comunità Neocatecumenale si autodefinisce non come un movimento o un’associazione, ma come uno “strumento nelle parrocchie al servizio dei Vescovi per riportare alla fede tanta gente che l’ha abbandonata”. Un cammino di conversione, appunto, “attraverso il quale si possono riscoprire le ricchezze del Battesimo”.

Affonda le radici negli anni ’60 in uno dei sobborghi più poveri di Madrid. Fu promosso dall’allora Arcivescovo di Madrid, Casimiro Morcillo, che ravvisò in quel primo gruppo, guidato da Kiko e Carmen “una vera riscoperta della Parola di Dio ed un’attuazione pratica del rinnovamento liturgico promosso proprio in quegli anni dal Concilio”.

In risposta all’appello di evangelizzazione di Papa Giovanni Paolo II molte famiglie, intraprendendo il Cammino, sono andate a vivere nelle zone più secolarizzate per promuovere la nascita di nuove parrocchie missionarie. Attualmente il Cammino Neocatecumenale è presente in più di 900 Diocesi di 105 Nazioni, con oltre 20 mila comunità in 6.000 parrocchie.