Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Radiopiù Notizie

15:30 15:33

Show attuale

Radiopiù Notizie

15:30 15:33

Background

Bambino Gesù, scoperta causa di due malattie rare senza nome

Scritto da il 20 Novembre 2017

Bambino Gesù, malattie rare: la ricerca

Dopo un’attesa di 30 anni, è stata scoperta la causa genetica di due malattie rare rimaste fino a oggi senza nome. È il frutto di una ricerca condotta dall’ospedale pediatrico Bambino Gesù (coordinata dal direttore scientifico Bruno Dallapiccola e dal responsabile dell’area di ricerca genetica e malattie rare Marco Tartaglia) – e dai clinici di Neuropsichiatria Infantile del Policlinico Umberto I, diretti dal professor Vincenzo Leuzzi.

Lo studio si inserisce, a sua volta, in un progetto di ricerca internazionale coordinato da Berge Minassian del “The Hospital for Sick Children” di Toronto e da Jacques Michaud del “CHU Sainte-Justine Research Center” di Montreal.

I risultati sono stati pubblicati sull’ultimo numero della rivista scientifica American Journal of Human Genetics.

Ospedale pediatrico Bambino Gesù

I pazienti

Laura, 30 anni, in cura fin da piccola, è affetta da una malattia rara caratterizzata da deficit cognitivo e disturbi del movimento. Dallo studio del Bambino Gesù è emerso che la sua patologia è causata da una mutazione del gene CLTC insorta al momento del suo concepimento.

Il gene fornisce le informazioni per la sintesi di una proteina coinvolta nei processi di comunicazione tra cellule, inclusi i neuroni. Più in generale, la proteina contribuisce al rivestimento delle vescicole intracellulari  e permette il loro corretto direzionamento verso i diversi compartimenti della cellula o il rilascio del loro contenuto all’ esterno delle cellule.

Lo studio ha permesso di dare una risposta anche a Marco e alla sua famiglia. Anche lui trentenne e in cura dall’età pediatrica, è affetto da un’ altra malattia finora senza nome caratterizzata da un grave ritardo psicomotorio, epilessia e disturbi del movimento. La causa della sua patologia è una mutazione del gene DHDDS, anche questa insorta al momento del suo concepimento.  Il gene fornisce le istruzioni per una specifica modificazione delle proteine noto come glicosilazione.

 

 

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT