Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Luceverde

17:33 17:34

Show attuale

Luceverde

17:33 17:34

Background

Arte per la pace: la proposta dell’Associazione FLUMEN

Scritto da il 16 Gennaio 2020

Arte per la pace: InformAC dialoga con la dottoressa Carla Vaudo, responsabile dell’Associazione culturale FLUMEN, in vista della 53esima giornata della pace

È tradizione per l’Azione Cattolica celebrare e riflettere sulla pace nel mese di gennaio, a partire dal messaggio del primo gennaio proposto da papa Francesco, questa volta intitolato “La pace come cammino di speranza, dialogo, riconciliazione, conversione ecologica”: quest’anno l’AC di Roma ha scelto di farlo innanzitutto con un incontro unitario previsto per il 18 gennaio alle 17.30, presso la Basilica dei Santi XII Apostoli, insieme all’attento aiuto della dottoressa Carla Vaudo, archeologa, storica dell’arte e responsabile dell’associazione culturale FLUMEN. Francesca Baldini l’ha intervistata per InformAC, cercando di focalizzarsi sul ruolo dell’arte come strumento di pace.

Arte, pace e identità

«E’ tempo di vivere e raccontare la nostra fede e la nostra spiritualità anche attraverso l’arte– inizia la dottoressa Vaudo -soprattutto abitando in una città così ricca di storia e cultura come Roma, dove ogni due passi vediamo luoghi e simboli di cui non conosciamo fino in fondo la storia. Raccontare la bellezza del Creato anche tramite le maestose opere d’arte è una nuova modalità di dialogo che oltrepassa i confini che ci costruiamo».

Arte per la pace: la proposta dell’Associazione FLUMEN

«Fin dall’antichità l’uomo ha cercato di raccontare le proprie gioie, le proprie speranze e i propri dolori anche attraverso questa forma espressiva- prosegue la dottoressa -L’arte è uno strumento potentissimo, colpisce le nostre corde più profonde, soprattutto quando non ne siamo pienamente consapevoli. Davanti ad un quadro, ad una scultura, ad un’architettura antica, armoniosa ed imponente, qualcosa si muove in noi: anche a distanza di secoli, le opere d’arte ci raccontano qualcosa della nostra identità e di tutto ciò che ci unisce. Per questo l’arte è uno dei più potenti mezzi di pace e, non a caso, quando si vuole colpire un popolo, o una nazione, si sceglie di distruggere i luoghi della cultura, cioè quei luoghi che ci ricordano quanto siamo vicini e simili gli uni agli altri».

Dialogo ecumenico

Arte per la pace: la proposta dell'associazione Flumen

La dottoressa Carla Vaudo

Il luogo pensato per l’incontro unitario del 18 gennaio non è casuale: si tratta, infatti, della Basilica dei Santi XII Apostoli, in pieno centro storico, vicino a piazza Venezia, la quale conserva il ricordo del Cardinal Bessarione: «Si tratta di un personaggio della Chiesa bizantina vissuto nel XV secolo- racconta Carla Vaudo -che promosse il dialogo fra le due Chiese e che partecipò al Concilio di Ferrara e di Firenze nel Quattrocento, cercando appunto di riconciliare la Chiesa di Roma e quella di Costantinopoli. Morì lontano dalla sua terra natale, a Roma per l’appunto, ed è sepolto in questa Basilica, che ne racconta le vicende tramite degli affreschi emersi da una parete che era stata murata. E’ dunque un esempio di voce dal passato che ancora oggi ci parla e ci interroga rispetto alla ricerca dell’unità e della pace».

Appuntamenti e news

Vi ricordiamo ancora l’appuntamento di sabato 18 gennaio alle 17.30 presso la Basilica dei Santi XII Apostoli, in piazza Santi XII Apostoli, un incontro unitario che si concluderà con una veglia di preghiera alle 20.30 guidata dal vice assistente dei Giovani dell’AC di Roma, don Michele Filippi. Per ulteriori informazioni, scrivere a [email protected]

È prevista per domenica 26 gennaio la Carovana della Pace organizzata dall’ACR e alla quale tutti sono invitati a partecipare: il ritrovo è davanti alla chiesa di Santa Maria in Vallicella, in piazza della Chiesa Nuova, alle ore 8.00. Seguono la messa alle 8.30 e poi la Carovana, che sfilerà fino a piazza San Pietro per pregare con papa Francesco l’Angelus.

Il 19 gennaio alle ore 19.00 si terrà uno degli incontri con l’autore organizzati dal Settore Adulti dell’AC di Roma: presso la parrocchia Sant’Antonio da Padova, in via Salaria, Annachiara Valle presenterà il libro “Giorgio La Pira: vivere per la comunità”.

Per altre informazioni, consultare il sito www.acroma.it.

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT