Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Tutte le strade

17:16 17:19

Show attuale

Tutte le strade

17:16 17:19

Background

Alleanza per Roma: De Donatis, “Comunità chiamata a essere sale e lievito”

Scritto da il 12 Giugno 2020

Alleanza per Roma: “la posa della prima pietra”

«La comunità cristiana di Roma è chiamata a essere sale e lievito nella società, testimone della cultura dell’incontro e strumento di ascolto e dialogo per il conseguimento del bene comune». È il messaggio lanciato dal cardinale vicario Angelo De Donatis che, questa mattina, insieme al sindaco di Roma Virginia Raggi e al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha inaugurato a Palazzo Apostolico Lateranense il protocollo Alleanza per Roma.

«Si tratta di un progetto – ha spiegato il cardinale – che è ancora in costruzione e che vede oggi la posa della prima pietra, di cui il Fondo Gesù Divino Lavoratore, istituito pochi giorni fa da Papa Francesco, non è che il primo importante strumento. Non si tratta solo di erogare una somma di denaro per aiutare chi è rimasto privo di altri strumenti di sostegno, ma della risposta a un vero e proprio mandato».

alleanza per romaPapa Francesco, ha ricordato De Donatis, «ha invitato alla collaborazione tra Chiesa, istituzioni e persone di buona volontà».

«In questo periodo di pandemia il nostro vescovo non ha fatto mai mancare la sua preghiera, la sua parola di incoraggiamento e l’invito a non dimenticare nessuno, esortandoci a non lasciarci contagiare dal virus dell’indifferenza».

«Tutti possiamo sperimentare la forza miracolosa dell’unità per aiutare gli altri, soprattutto i più deboli. Non vogliamo erogare solo contribuiti economici ma restituire dignità a coloro che a causa della perdita del lavoro e della precarietà sono caduti nello scoraggiamento.

Vorrei veder fiorire nella nostra città – ha concluso il cardinale vicario ripetendo le parole di Papa Francesco – la solidarietà della porta accanto. Le azioni che richiamano gli atteggiamenti dell’anno sabbatico, in cui si condonano i debiti, si fanno cadere le contese, si chiede il corrispettivo a seconda delle capacità del debitore e non del mercato».

Alleanza per Roma: trasformare le paure in speranza

«Con l’Alleanza per Roma – ha detto ancora il sindaco di Roma, Virginia Raggi – vogliamo stimolare la partecipazione di altri soggetti che vogliono contribuire. Dobbiamo aiutare chi in questo momento è rimasto a terra a non perdere la speranza. Il nostro obiettivo è accompagnare piano piano tutti a ritornare a essere parte attiva nella nostra società.

«È il momento di dimostrare che siamo una comunità forte, unita, capace di reagire compatta a una crisi senza precedenti» ha spiegato poi il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ringraziando la Chiesa di Roma, le parrocchie, i volontari, associazioni «che mai hanno abbandonato la strada nei momenti di maggiore rischio».

«Dobbiamo parlare alle paure e trasformarle in speranza e in fiducia, tendere la mano a chi non ce la fa. Il Fondo Gesù Divino Maestro, sono sicuro, muoverà una grande rincorsa a partecipare alla solidarietà».

Il Fondo Gesù Divino Lavoratore

Sono novanta i presiedi collegati ai centri di ascolto parrocchiali presso cui è possibile presentare domanda per accedere al Fondo. Tra i requisiti:

  • essere domiciliati sul territorio del Comune o della Diocesi di Roma
  • non avere attualmente come nucleo familiare entrate superiori a 600 euro mensili
  • essere disoccupati

«Il punto di forza in questo progetto è coinvolgere, unire e generare nuove opportunità e moltiplicare le risorse», ha messo in evidenza monsignor Giampiero Palmieri, vescovo ausiliare del settore Est della Diocesi di Roma e incaricato per l’area della Carità.

In particolare, è previsto l’accompagnamento di un minimo mille famiglie che hanno subito, a causa dell’emergenza sanitaria, una drastica riduzione del reddito e per cui le risorse messe a disposizione dalle istituzioni risultano non accessibili o insufficienti. Da qui l’erogazione di un contributo economico per superare la fase di emergenza e una successiva attuazione di percorsi di tirocinio di lavoro. «C’è bisogno di un grande sforzo di generosità che realizzi anche oggi il miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci».

 

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT