All’Università Salesiana una mostra per ricordare il fumettista Paolo Del Vaglio

0
191

Una mostra e un libro per celebrare la lunga carriera di uno dei fumettisti più prolifici del secolo scorso. Stiamo parlando di Paolo Del Vaglio, classe 1928,  scomparso lo scorso anno, noto nel mondo del fumetto e della letteratura per ragazzi, per aver dato vita al famoso angioletto Pigy.

Pigy

Così il GSLG (Gruppo di Servizio Letteratura Giovanile), ha voluto omaggiare il maestro del fumetto, esponendo parte del suo sterminato lavoro, con una mostra (28 novembre-28 dicembre 2015) presso la Biblioteca della Pontificia Università Salesiana, a cui Del Vaglio ha lasciato tutto il suo materiale.

Il fumettista Paolo Del Vaglio
 Il fumettista Paolo Del Vaglio

Una occasione preziosa per dare un volto alla matita che ha tratteggiato l’angioletto più irriverente del XX secolo e far conoscere meglio il pensiero e la pedagogia di Del Vaglio. La presidente di GSLG, Claudia Camicia, ci ha spiegato meglio come è nata l’iniziativa.

Del Vaglio, che è stato insegnante di italiano e Storia alle scuole superiori, ribadiva spesso come questa sua professione lo avesse aiutato a mantenere un “equilibrio umanistico” e come alla fine il disegno possa diventare”parte integrante di te”, fino a che il disegno prenda vita naturalmente, in maniera spontanea. Una lunga carriera la sua, apparsa su diverse tastate, cattoliche e non.

Mostra Del Vaglio_2

Tanto materiale prodotto negli anni, che oggi è fruibile presso la Biblioteca dell’Ateneo salesiano. Noi ci siamo fatti spiegare, dalle bibliotecarie Laura Castiglia e Tiziana Morelli, cosa si può trovare nel catalogo.

La mattinata di inaugurazione della mostra è stata l’occasione anche per presentare il libro “Nacqui senza saperlo. Incontro con Paglio del Vaglio, angelo dell’umorismo” (2015 -Edizioni Il Pennino) realizzato dall’amico Renato Ciavola, giornalista e fumettista, noi abbiamo raccolto un suo ricordo del collega scomparso e un pensiero sulla satira di oggi in Italia.