Alfie, Papa Francesco incontra il padre del piccolo

Incontro questa mattina in Vaticano tra Papa Francesco e Thomas Evans, padre 21enne del piccolo Alfie, il bimbo di 23 mesi in cura a Liverpool a causa di una gravissima patologia cerebrale. Lo scorso febbraio i giudici inglesi avevano autorizzato il distacco dei macchinari che lo tengono in vita, ma i genitori avevano presentato ricorso, chiedendo che il piccolo fosse trasferito all’ospedale Bambino Gesù di Roma, che ha più volte mostrato la sua disponibilità ad accoglierlo.

Ieri il no del Tribunale d’appello. Ultima speranza per i genitori del piccolo rimane la decisione della Corte Suprema.

“Alfie faremo qualsiasi cosa per te. Tu non stai morendo e perciò non permetteremo che ti tolgano la vita. Santità, salvi nostro figlio”. Queste le parole di Thomas sui social. Dopo l’incontro privato con il Pontefice ha preso parte all’udienza in Piazza San Pietro.

Nuovo appello del Santo Padre

roma ponte mammolo, papa francesco“Vorrei ribadire e confermare che l’unico padrone della vita dall’inizio alla fine è Dio, è nostro dovere e fare di tutto per custodire la vita. Pensiamo in silenzio e preghiamo perché sia rispettata la vita di tutte le persone”.

Questo il nuovo appello del Santo Padre. Sul caso Papa Francesco si era già soffermato domenica scorso rivolgendo le preghiere ad Alfie, come ad altri, che “vivono, a volte da lungo tempo, in stato di grave infermità”. “Sono situazioni delicate, molto dolorose e complesse”, aveva sottolineato il Pontefice. “Preghiamo – queste ancora le parole del Papa – perché ogni malato sia sempre rispettato nella sua dignità e curato in modo adatto alla sua condizione, con l’apporto concorde dei familiari, dei medici e degli altri operatori sanitari”.