Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Show attuale

Background

Diario di bordo: “Invocando lo Spirito dell’attimo presente”

Scritto da il 19 Dicembre 2019

Lo Spirito dell’attimo presente

Oggi pensavo allo Spirito Santo. Tante volte lo  invochiamo dicendo: “Spirito di fortezza vieni in noi, Spirito di pace …” Quante volte desideriamo la pace magari perché stiamo vivendo un momento di angoscia, di transizione, di confusione. Per questo desideriamo che lo Spirito di pace scenda su noi, che lo Spirito di consiglio ci aiuti a capire cosa fare. Lo Spirito che però non invochiamo quasi mai è lo Spirito dell’attimo presente, che non esiste nelle giaculatorie ma che credo sia necessario invocare perché c’è un altro Spirito, quello del demonio e dei suoi angeli … lo Spirito dell’attimo che non c’è, che ci porta con i ricordi al passato provocando in noi profonda nostalgia.

Lo Spirito dell’attimo che non c’è

Il demonio non può imporci sentimenti  ma può però proporceli, portandoci a sentire questo Spirito di nostalgia. Il diavolo propone ma l’uomo si trova nella situazione di rifiutare o acconsentire. Lo Spirito dell’attimo che non c’è, cioè del passato che non esiste più, ci fa arrovellare su un qualcosa che non può più essere cambiato facendoci vivere una frustrazione. Ma lo Spirito dell’attimo che non c’è riguarda anche il futuro che ancora non esiste. Solo lo Spirito dell’attimo presente conta perché è quello che stiamo vivendo in questo momento. Ma il demonio non vuole che viviamo l’attimo presente perché solo nel momento in cui lo stiamo vivendo Dio ci passa la sua grazia.

Quando andiamo con la mente al nostro passato per vedere i momenti in cui il Signore ci è stato accanto rischiamo di perderci  se non ci andiamo con Dio o con la nostra guida spirituale perché non c’è la grazia … la grazia è solo nel momento presente. Anche quando pensiamo al futuro senza la grazia di Dio siamo scoperti e  in balia di film che ci facciamo,  che di solito finiscono male per paura. Questo è lo Spirito dell’attimo che non c’è.

Invochiamo allora il Signore per lo Spirito dell’attimo presente, per vivere il momento che stiamo attraversando in pienezza, ringraziando il Signore per il passato se ci torna in mente e avendo fiducia nella sua provvidenza per il futuro. Solo così si può approcciare al passato e al futuro, sempre nello Spirito dell’attimo presente che scende su di noi.

(Trascrizione del testo a cura di Antoine Ruiz)

Ascolta la puntata a cura di Simona Panico


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT