Elezioni politiche 2018. L’invito dell’Azione Cattolica

0
290

Elezioni politiche 2018. L’Azione Cattolica italiana, in vista del prossimo 4 marzo, scende in campo per invitare i cittadini ad un voto informato e responsabile.

«L’Ac deve offrire spunti di riflessione, occasioni, testi formativi. Non vogliamo essere noi a dire agli altri cosa pensare, ma vogliamo aiutare a pensare». Questo ha affermato Matteo Truffelli, presidente nazionale dell’Azione Cattolica, pochi giorni fa in occasione del 38° Convegno Bachelet dal titolo: «Azione cattolica e azione politica».

Non esisterebbe Ac senza un forte radicamento sul territorio e una grande passione per le trasformazioni, i processi sociali e la cosa pubblica. Le elezioni politiche del prossimo 4 marzo, per l’associazione, sono una grande occasione di servizio, opportunità per promuovere l’incontro, il confronto democratico e la formazione di un giudizio proprio.

Ma qual è l’invito dell’Azione Cattolica ai cittadini? Vittorio Sammarco ha intervistato per noi Giuseppe Notarstefano, attuale vicepresidente nazionale di Azione Cattolica per il Settore Adulti.

Ascolta tutta la puntata di InformAc, andata in onda giovedì 15 febbraio. 

Perché ritenete così importanti queste elezioni? «Questo del 4 marzo è un appuntamento di passaggio, anche per questa nuova legge elettorale che non consente facili previsioni sulla ricomposizione del sistema politico, ponendo questioni serie che riguardano la governabilità e la capacità di rappresentare, in questa nuova formazione, un dialogo atto a riflettere sulle questioni più serie del Paese. In più non c’è dubbio che questo evento abbia implicazioni anche a livello comunitario, europeo: la stessa necessità di ragionare in una prospettiva più ampia impone una maggiore responsabilità».

Nel sito dell’Ac avete predisposto una pagina per informare ed invitare alla responsabilità…«Quello che vogliamo dire è che come cittadini dobbiamo sentire la necessità di occuparci di queste elezioni politiche. Il primo passo è capire bene come sarà strutturato questo nuovo voto: per questo insieme al MSAC abbiamo creato delle slides e dei testi, utili per la formazione. Intendiamo, con gli strumenti proposti, accompagnare questa campagna elettorale con lo stile dell’Ac: fare emergere i temi, non basarsi sulle fake news, riconoscere la validità e la credibilità dei candidati».

Giuseppe Notarstefano

«Quello che vorremmo dire ai nostri soci è di stare dentro a questo passaggio, di starci insieme, non  da singoli ma come associazione che ha a cuore il bene del paese e che si propone con un’adeguata formazione ed una trasparente informazione»

Non vi sembra un po’ utopistico parlare oggi di «Passione politica»? «Nella nostra società percepiamo tanta disillusione e disincanto nei confronti della politica, soprattutto da parte dei giovani. La prima passione che vorremmo accendere è quella nei confronti di una politica che è spazio in cui lavorare per cambiare le cose, dove immaginare scenari alternativi. La nostra fiducia nella politica viene dalla fiducia nell’uomo. Passione per la politica è capacità di tornare all’essenza dei problemi più concreti, coinvolgere nella partecipazione attiva».

Quale metodo per la partecipazione?                                                                            «In questi anni abbiamo provato ad accompagnare tutti i passaggi istituzionali importanti: lo stile del credente deve essere quello di chi cerca di ascoltare le diverse opinioni, non resta in superficie, approfondisce le questioni con competenza e dandosi il tempo dello studio. L’obiettivo è che le varie fazioni politiche riescano a dialogare dentro lo spazio associativo, lasciando poi al singolo cittadino, formato e consapevole, la scelta finale. Questa è una grande responsabilità civica che sentiamo di avere.»

Vita associativa Ac Roma

Venerdì 16 febbraio ore 20.30 a San Barnaba iniziano i Friday Cafè, promossi dall’Ac parrocchiale. Gli incontri si terranno ogni venerdì di quaresima ed il centro della riflessione sarà l’Enciclica “Laudato Sii: nel primo appuntamento interverrà Don Pino Lorizio su “L’alleanza spezzata tra uomo e natura”.

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here