Home RomaNews Diocesi di Roma 150 anni dell’Azione Cattolica, Francesco: “Raggiungete tutte le periferie”

150 anni dell’Azione Cattolica, Francesco: “Raggiungete tutte le periferie”

1
208
papa-francesco vicario

Circa 100mila i fedeli che domenica scorsa, 30 aprile, hanno incontrato Papa Francesco, in piazza San Pietro per i 150 anni dell’Azione cattolica italiana. All’evento, che ha aperto le celebrazioni dell’anniversario dell’associazione, hanno preso parte, tra gli altri, 7 cardinali e 25 vescovi, oltre alle rappresentanze dell’Azione cattolica di una trentina di Paesi. Il Santo padre al termine dell’incontro, dopo il Regina Coeli, si è a lungo soffermato con gli anziani e gli ammalati dell’associazione, provenienti da tutta Italia.

 

L’Azione Cattolica, una storia bella e importante

“Cari ragazzi, giovani e adulti di Azione Cattolica: andate, raggiungete tutte le periferie! Andate, e là siate Chiesa, con la forza dello Spirito Santo”. Questo l’invito del Santo Padre ai presenti. Un incoraggiamento a proseguire dunque “una storia bella e importante, per la quale avete tante ragioni di essere grati al Signore e per la quale la Chiesa vi è riconoscente”. La storia dell’Azione Cattolica. “La storia di un popolo formato da uomini e donne di ogni età e condizione, che hanno scommesso sul desiderio di vivere insieme l’incontro con il Signore. Piccoli e grandi, laici e pastori, insieme, indipendentemente dalla posizione sociale, dalla preparazione culturale, dal luogo di provenienza”.

Il Pontefice ha però invitato i presenti a fare attenzione. “Avere una bella storia alle spalle non serve però per camminare con gli occhi all’indietro, non serve per guardarsi allo specchio, non serve per mettersi comodi in poltrona. Non dimenticare questo: non camminare con gli occhi all’indietro, farete uno schianto”.

 

“Prendersi cura di tutti, aiutando ognuno a crescere umanamente e nella fede”

Questo il monito di Papa Francesco. Ancora una volta, la parola chiave è il dialogo.  “Rimanete aperti alla realtà che vi circonda. Cercate senza timore il dialogo con chi vive accanto a voi”, ha spiegato il Pontefice. Ma anche “con chi la pensa diversamente. È nel dialogo che si può progettare un futuro condiviso”.

Non solo dialogo ma anche amore grande per Gesù e per la Chiesa. “Così ci hanno insegnato i grandi testimoni di santità che hanno tracciato la strada della vostra associazione, tra i quali mi piace ricordare Giuseppe Toniolo, Armida Barelli, Piergiorgio Frassati, Antonietta Meo, Teresio Olivelli, Vittorio Bachelet. Azione Cattolica, vivi all’altezza della tua storia. Vivi all’altezza di queste donne e questi uomini che vi hanno preceduto”.

 

“Allargate il vostro cuore per allargare il cuore delle vostre parrocchie”

“Vi invito a portare avanti la vostra esperienza apostolica radicati in parrocchia, che non è una struttura caduca”, perché, ha precisato Fransceo “è presenza ecclesiale nel territorio”. E ancora “ambito dell’ascolto della Parola, della crescita della vita cristiana, del dialogo, dell’annuncio, della carità generosa, dell’adorazione e della celebrazione” (Esort. ap.Evangelii gaudium, 28). La parrocchia è lo spazio in cui le persone “possono sentirsi accolte così come sono, e possono essere accompagnate attraverso percorsi di maturazione umana e spirituale a crescere nella fede e nell’amore per il creato e per i fratelli”.

Evangelizzazione e non autoconservazione. È questo che chiede ancora Papa Francesco ad Azione Cattolica. “La parrocchia non si chiude in s e stessa, se anche l’Azione Cattolica che vive in parrocchia non si chiude in se stessa, ma aiuta la parrocchia perché rimanga “in contatto con le famiglie e con la vita del popolo e non diventi una struttura prolissa separata dalla gente o un gruppo di eletti che guardano a se stessi” (ibid.)

 

 

 

1 commento

268 queries in 0,736 seconds.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetta Rifiuto Centro privacy Impostazioni della privacy Ulteriori informazioni sulla nostra politica sui cookie